Palidoro, arriva la Casa della Salute: sarà aperta anche la domenica

La consegna delle chiavi della casa della Salute a Palidoro tra il direttore Asl Vitaliano de Salazar e il sindaco Esterino Montino
2 Minuti di Lettura
Giovedì 10 Gennaio 2019, 10:58

PALIDORO
Per la Casa della salute di Palidoro è il punto di svolta. Ieri mattina il sindaco del Comune di Fiumicino Esterino Montino ha consegnato al direttore dell’Asl Roma 3 Vitaliano de Salazar le chiavi della struttura che tornerà ad essere un presidio sanitario dopo un tormentato periodo di abbandono. Un edificio storico di 900 mq su due piani, in una posizione strategica al civico 3060 della via Aurelia, che ora potrà essere riqualificato grazie a un finanziamento della Regione Lazio di 1,5 milioni di euro. «Siamo già in fase operativa - dichiara Vitaliano de Salazar - il 15 gennaio inviteremo le ditte e poi faremo la gara, tra marzo e aprile sapremo chi se l’è aggiudicata. Subito dopo inizieranno i lavori per i quali serviranno 10-11 mesi».
L’ITER
Per inizio 2020 così tutto il quadrante nord del Comune avrà la sua Casa della salute. «L’edificio si trova in un’area priva di strutture sanitarie popolata da circa 30 mila persone - commenta il sindaco Montino - nel giro di mesi, non più di anni, avremo finalmente il servizio in funzione. La struttura è stata ceduta in comodato gratuito dal Comune alla Asl, noi eseguiremo i lavori di supporto per viabilità e aerea esterna. Il protocollo siglato prevede anche che i locali accanto alla scuola di Palidoro, dove si trova il presidio sanitario, tornino nella disponibilità del Comune per potervi realizzare un nuovo centro civico per i cittadini di Palidoro».
I SERVIZI
Tanti i servizi offerti dalla Asl nella Casa della salute al termine dei lavori del progetto di riqualificazione predisposto dall’ingegner Enzo Pietropaolo: l’ambulatorio polispecialistico con diabetologo, cardiologo, oculista, neurologo, dermatologo, ortopedico, otorinolaringoiatra, implementato anche da pneumologo, angiologo, chirurgo ginecologo. Poi il servizio ecografie internistiche ed ecocolor doppler cardiaco e vascolare. Ancora, percorsi diagnostici e terapeutici assistenziali, il Cup e il centro prelievi, attivo tutti i giorni. Le vaccinazioni pediatriche e per adulti, con area giochi per bimbi, un ambulatorio infermieristico per medicazioni e controlli, la sede del servizio di emergenza 118 con personale addetto e ambulanza. «Ci sarà l’ambulatorio dei medici di famiglia aperto anche sabato e domenica - aggiunge de Salazar - è come se un pezzo di ospedale si spostasse su quel territorio».
Fabrizio Monaco

© RIPRODUZIONE RISERVATA