Blitz a Ostia Nuova: baby-boss gestiva la piazza di spaccio

Blitz a Ostia Nuova: baby-boss gestiva la piazza di spaccio
di Mirko Polisano
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 18 Novembre 2020, 10:23

È finito in manette dopo un’accurata attività investigativa svolta dal Comando Compagnia dei Carabinieri Ostia, che hanno assestato un nuovo colpo al traffico e consumo di stupefacenti sul territorio. Una delicata attività investigativa ha permesso l’arresto di S.N., classe 1999, che aveva trasformato la propria abitazione di piazza Gasparri in una centrale per lo spaccio di droga. I militari della Compagnia di Ostia hanno eseguito appostamenti e notato uno strano via vai. Così è scattata l’operazione anti-droga.

I carabinieri, al termine del servizio, hanno arrestato il 19enne residente in via del Sommergibile ad Ostia. I militari, che avevano notato un insolito andirivieni di persone, molte delle quali note assuntrici di sostanze stupefacenti, dall’abitazione del giovane, e pertanto è stato atteso il momento propizio per poter fare irruzione nell’appartamento e perquisirlo. L’attività d’indagine non ha inizialmente dato alcun frutto ma i militari, notando il nervosismo del padrone di casa ed avendo rinvenuto un sistema di videosorveglianza che consentiva il monitoraggio degli accessi all’appartamento, si sono convinti che lo stesso occultasse effettivamente qualcosa. Alla fine i Carabinieri hanno notato una lieve anomalia presente nel portone d’ingresso dell’appartamento: delle sottili linee presenti nella scocca metallica vicino alla serratura. Con l’ausilio di alcuni attrezzi i militari hanno scoperto una “tasca metallica” ingegnosamente ricavata nella porta e tenuta chiusa da un sistema di bloccaggio costituito da calamite che serrava in vano.

All’interno del doppio fondo così ricavato, i carabinieri hanno rinvenuto 7 involucri contenenti circa 60 grammi di sostanze stupefacenti, in particolare, oltre 50 grammi di cocaina ed una più modesta quantità di hashish, nonché – all’interno di una busta di cellophane - la somma contante di quasi 1000 euro. Provento dell’attività illecita. La droga ed il denaro contante sono stati sequestrati, mentre il pusher è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Al vaglio degli inquirenti anche i legami del giovane. Da quanto ha appurato la prima fase d’indagine, il 19enne - giovane ma con un curriculum criminale di rispetto - farebbe parte di un sodalizio dedito non solo al traffico di droga, ma anche al giro di auto rubate e alla clonazione di carte di credito contraffatte.

I carabinieri hanno scandagliato a fondo anche i legami del ragazzo, figlio di un noto pregiudicato della zona - dedito a furti e rapine - e nipote di un altro pregiudicato di spessore a Ostia. La brillante operazione dei carabinieri ha permesso di assicurare alla giustizia il 19enne, uno dei tanti gestori della piazza di spaccio di Ostia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA