Uccide la suocera del padre, arrestato un 19enne a Pomezia: trovato in camera con l'anziana morta sul letto

Giovedì 12 Dicembre 2019

Un 19enne è stato arrestato a Pomezia per avere ucciso la suocera di suo padre. Ieri mattina i carabinieri sono intervenuti in una villetta di Torvaianica, zona Martin Pescatore, dove il ragazzo viveva da settembre con il padre di 59 anni e la compagna 54enne di quest'ultimo: con loro viveva anche la madre della donna di 76 anni.

Roma, muore travolto da camion Ama, il dolore della figlia: «Veniva ogni anno dalla Slovacchia per Natale»
Gioielliere uccise 2 rapinatori e ferì il terzo a Nicolosi: condannato a 13 anni di carcere. Salvini: «Sto con lui»

A chiamare i carabinieri è stato il 59enne che, alzandosi la mattina per andare al lavoro, ha ritrovato il corpo senza vita della 76enne in camera sua con una ferita insanguinata sull'occhio e il 19enne seduto sul letto dell'anziana.

I carabinieri hanno poi trovato sulla mano destra del ragazzo una ferita potenzialmente compatibile con le lesioni inferte alla 76enne. Il 19enne, interrogato presso la Procura della Repubblica di Velletri, ha poi confessato ed è stato arrestato per omicidio volontario e portato in carcere a Velletri. 

Sarebbe stata prima colpita al volto con dei pugni e poi strangolata la donna di 76 anni uccisa a Torvaianica, vicino Roma. È quanto ricostruito dai carabinieri di Pomezia che indagano sulla vicenda. Per l'omicidio è stato arrestato il figlio 19enne del compagno della figlia della vittima. Il ragazzo avrebbe ammesso di essere il responsabile. Ancora da chiarire le cause del gesto. Gli investigatori ipotizzano un raptus di violenza.

Al momento non sarebbero stati accertate liti fra i due o attriti. Il ragazzo condivideva da qualche mese la camera con la vittima. A dare l'allarme il padre del ragazzo che ieri mattina quando si è svegliato ha trovato la donna morta nel letto con una ferita alla testa. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Torvaianica. Il ragazzo, che non studia e non lavora, era seduto accanto a lei con i vestiti sporchi di sangue.

Ultimo aggiornamento: 15:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sui bus e la metro di Roma le voci parlano strano: fermate “Gnogno” e “Megabyte 1”

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma