Rischia di morire sgozzato per i 50 centesimi del carrello del supermercato ad Anzio: un arresto per tentato omicidio

Anzio, lite per i carrelli della spesa nigeriano ferisce un uomo con una bottiglia
2 Minuti di Lettura
Martedì 1 Dicembre 2020, 11:55 - Ultimo aggiornamento: 2 Dicembre, 20:25

Ha rischiato di morire sgozzato ad Anzio durante una lite per il carrello del supermercato. Ora l'uomo, che abita in città, è ricoverato in ospedale dopo essere stato operatoro alla gola per una profonda ferita causata dall'aggressore, un nigeriano, con un coccio di bottiglia, poi arrestato per tentato omicidio. E' avvenuto davanti a decine di clienti del discount alcuni dei quali hanno telefonate alle forze dell'ordine e al 118. Gli agenti del Commissariato di Anzio hanno trovato l'uomo riverso a terra in una pozza di sangue mentre l'immigrato stava correndo via.

O.J., nigeriano di 25 anni, aveva ancora tra le mani la bottiglia di vetro rotta e sporca di sangue: è stato arrestato per tentato omicidio. Il ferito invece, soccorso in ospedale e sottoposto ad intervento chirurgico per le ferite riportate al collo, al volto e sul torace, ne avrà per 15 giorni. Dai primi accertamenti è confermato che la lite è scoppiata per la sistemazione del carrello negli stalli, ovvero per quella moneta (da 50 centesimi a due euro) usata per sbloccarlo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA