Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Novavax, slitta avvio prenotazioni nel Lazio. La Regione: «Nessuna certezza su data arrivo forniture»

La campagna con il Nuvaxovid sarebbe dovuta partire domani

Novavax, slitta avvio prenotazioni nel Lazio. La Regione: «Nessuna certezza su data arrivo forniture»
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 23 Febbraio 2022, 16:00 - Ultimo aggiornamento: 25 Febbraio, 09:10

Novavax, nel Lazio slitta la data per l'avvio delle prenotazioni del nuovo vaccino. Mentre sono pronte  22 linee di somministrazione per circa 5mila slot disponibili al giorno, la partenza delle prenotazioni prevista per domani è posticipata perché, spiega l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato, «ad oggi non abbiamo avuto ancora certezza sul giorno dell'arrivo delle forniture del vaccino».

Quarta dose, nel Lazio via alle somministrazioni del vaccino ai fragili: è la prima regione d'Italia

 

Novavax, slitta il via alle prenotazioni nel Lazio

Per il Lazio è prevista una prima fornitura da 100mila dosi di Novavax. Proprio oggi la compagnia farmaceutica ha informato che le prime dosi di Nuvaxovid, il vaccino anti-Covid , sono state spedite agli Stati Ue. Le dosi, si legge in una nota della società americana, sono partite dal centro di distribuzione olandese alla volta dei destinatari. Ue.

Tra i primi Paesi a riceverle ci sono Germania, Francia e Austria, Gli altri Paesi seguiranno rapidamente. L'accordo stipulato con la Commissione Ue prevede la fornitura di 100 milioni di dosi.

La vaccinazione nel Lazio


Intanto, superata quota 13 milioni e 200 mila vaccini complessivi, il Lazio è la prima Regione italiana per popolazione che ha ricevuto la terza dose, circa 5 punti in più rispetto a media nazionale. Superate le 3,8 milioni di dosi booster effettuate, il 78% di copertura con dosi booster della popolazione adulta. Nella fascia pediatrica 5-11 anni sono oltre 145 mila i bambini con prima dose pari al 39%.

© RIPRODUZIONE RISERVATA