«No vax, ecco i costi delle cure: un giorno di terapia intensiva vale 1.500 euro». Affondo del Lazio

«No vax, ecco i costi delle cure: un giorno di terapia intensiva vale 1.500 euro». Affondo del Lazio
di Flaminia Savelli
4 Minuti di Lettura
Giovedì 2 Settembre 2021, 06:59

Accelera il programma vaccinale anti Covid del Lazio. Dopo la chiamata ai medici di base incaricati di chiamare i ritardatari, da ieri è possibile accedere agli hub senza prenotazione e senza tessera sanitaria. E i primi risultati - positivi - sono arrivati già nel pomeriggio: i centri vaccinali della Regione hanno registrato 5 mila vaccinazioni. Con alcune strutture che hanno toccato il 30% in più della media giornaliera. Sembra, dunque, sempre più vicino l'obiettivo di raggiungere l'immunità di gregge che l'assessore alla Sanità, Alessio D'Amato, aveva fissato per la fine del mese di settembre. Sono infatti 4 milioni i vaccinati, con doppia dose, nel Lazio. Mentre nella fascia degli over 12, il 77% è già vaccinato. Una corsa contro il tempo per gli studenti che dal prossimo 13 settembre rientreranno in aula.

Cure ai No vax, ecco i costi

 


«I 4 milioni di vaccinati sono un risultato importante» commenta l'assessore alla Sanità Alessio D'Amato che però torna sulla spinosa questione dei no vax ricoverati in terapia intensiva: «È una provocazione - ha spiegato - che intende far riflettere sui costi sociali ed economici che noi dobbiamo sostenere. Il problema - continua - è il virus, il vaccino la soluzione. Conti alla mano, un giorno in terapia intensiva nel Lazio costa 1.500 euro circa, 20 milioni da inizio pandemia. Soldi che potrebbero essere investiti in altro modo, per esempio le cure domiciliari. È necessario - precisa D'Amato - coniugare la libertà con la responsabilità personale. Stiamo studiando il sistema perché vengano indicate e pubblicate le spese sostenute dall'ospedale per curare un paziente non vaccinato».

​No Vax, la polizia blocca le chat: si temono nuovi blitz. Indagine per terrorismo

E sull'andamento della campagna vaccinale e dei dati regionali: «Non vogliamo richiudere e tornare indietro».
LE INIZIATIVE
Proseguono inoltre le iniziative dell'assessorato per incentivare i ritardatari del vaccino. Domani a piazza Vittorio si svolgerà l'appuntamento Vaccinati e scendiamo in campo in collaborazione con il Coni Lazio, la federazione medici sportivi e la polizia di stato servizio sanitario. L'obiettivo è quello di sensibilizzare alla vaccinazione dal mondo dello sport. Proseguono inoltre gli Open Day dedicati ai giovanissimi, 12- 18 anni con somministrazione del vaccino Pfizer senza prenotazione. Vaccinazione estesa anche al personale docente e non docente.

Il flop dei No Green pass: più agenti che dimostranti. Fallisce la protesta nelle città: un fermato a Torino

Sabato perciò saranno operativi dalle ore 8.30 alle 19 gli hub del porto di Civitavecchia, casa della salute di Ladispoli, a Fiano Romano e a Rignano. Ancora, a Tivoli presso le Scuderie Estensi, dalle 14 alle 20 e domenica dalle 9 alle 14. Infine a Rieti per tutto il week end, in collaborazione con la Fondazione Varrone, chi si vaccina va al cinema gratis: ingressi omaggio al termine della vaccinazione. Restano intanto operativi anche i medici di base. La scorsa settimana - il 26 agosto - la Regione Lazio ha inoltrato ai medici della mutua la lista dei nomi di chi non risultavano ancora vaccinati. I primi a essersi presentati sono stati i vacanzieri di ritorno. Che avevano rimandato l'appuntamento per non restare bloccati a Roma in vista delle ferie.

 


LA GIORNATA
Intanto calano i contagi nella Capitale: ieri i nuovi positivi sono stati 108 contro i 151 del giorno precedente. Mentre nella Regione sono 67 in più: 350. I decessi sono stati invece 3, due in meno con 838 guariti. Infine per quanto riguarda l'occupazione dei posti letto negli ospedali, i ricoverati sono 448 (meno 14 rispetto a martedì), mentre le terapie intensive sono 71, in calo di un paziente.

Telegram, fra violenti e No vax: ecco come funziona l'app "preferita" dai complottisti

La Lega vota contro il Green pass, ira di Letta e M5S: ora chiarimento. E palazzo Chigi valuta la fiducia
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA