Nettuno, mozione Segre: il sindaco cancella le parole “ antifascismo” e “resistenza”

Nettuno, Mozione Segre: il sindaco cancella le parole antifascismo e resistenza
di Antonella Mosca
1 Minuto di Lettura
Lunedì 20 Gennaio 2020, 16:19

Sulla polemica della mozione di appoggio alla Commissione Segre, votata dalla maggioranza di centrodestra a Nettuno mentre il centrosinistra usciva dall’aula perché dal testo erano stati tolti i riferimenti ad antifascismo e Resistenza, interviene il sindaco Alessandro Coppola (Lega). «Ho scritto io la mozione di maggioranza - dice - proponendo delle modifiche al testo del centrosinistra. Tutti appoggiamo gli intenti della Commissione Segre. Volevo solo evitare lo scontro su un documento che, secondo me, doveva ottenere l’unanimità». Come l’opposizione ha ribadito, l’antifascismo è fondante della Costituzione italiana. Perché non citarlo? «Ripeto - spiega - pensavo a un testo di mediazione, condiviso da tutti. Però qualcuno voleva mettere le bandierine. Non serve, la storia è quella ed io sono antifascista».
Ma il 22 gennaio, anniversario dello sbarco angloamericano ad Anzio e Nettuno, lei andrà a deporre fiori al Campo della Memoria della Repubblica di Salò. «È un cimitero di guerra riconosciuto dallo Stato Italiano – dice Coppola – come gli altri. Ma per evitare polemiche non andrò. Ci sarà una rappresentanza dell’amministrazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA