Nettuno, accoltellato in spiaggia un giovane di Ardea: è giallo

Lunedì 21 Ottobre 2019 di Ivo Iannozzi
Accoltellato in spiaggia un giovane di Ardea
è giallo nel centro di Nettuno
Una banale lite tra due ragazzi ubriachi degenera in un violento pestaggio nel quale un venticinquenne di Nettuno con precedenti penali è ora ricercato dalla polizia spezza una gamba e ferisce con tre coltellate al volto un ventiseienne di Ardea, anche lui con piccoli precedenti. Quest’ultimo venerdì sera aveva raggiunto Nettuno con due amici per trascorrere qualche ora nei locali del Borgo medievale. La serata era trascorsa senza problemi da un pub all’altro. Intorno alle 4 del mattino di sabato, quando i locali del Borgo medievale erano ormai tutti i chiusi, i tre ragazzi si sono spostati in un bar di via Gramsci, sempre nella zona del centro, che era ancora aperto, per chiudere la serata prima di rincasare.
Uno dei tre giovani di Ardea, tutti ubriachi come ha poi accertato la polizia, ha infatti avuto un litigio per motivi banali – gli investigatori in proposito stanno approfondendo le indagini - con un giovane di Nettuno che si trovava nei pressi del bar di via Gramsci. Il litigio, molto acceso, è quindi proseguito su via della Vittoria nei pressi della discesa che porta alla spiaggia di ponente dove è degenerato. I due giovani si sono infatti picchiati ed aver la peggio è stato il ventiseienne di Ardea che è stato ripetutamente colpito come una furia dall’altro: prima gli ha spezzato una gamba a calci e poi ha estratto un coltello ferendolo con almeno tre fendenti al volto.
Il venticinquenne di Nettuno si è allontanato, mentre il ferito, rimasto in terra con il volto ricoperto di sangue, è stato raccolto dai due amici che erano rimasti nei pressi del bar e che sono stati richiamati dalle sue richieste di aiuto. Quindi lo hanno accompagnato in macchina fino all’ospedale “Riuniti” di Anzio: dopo averlo lasciato davanti alla sala d’attesa del pronto soccorso sono andati via. Il ferito è stato soccorso dai sanitari, medicato e poi operato per la riduzione della frattura. Alla polizia ha raccontato confusamente quando accaduto, ma era ancora sotto l’effetto dell’alcol. Poche ore dopo gli agenti hanno rintracciato ad Ardea i due amici e li hanno condotti negli uffici del Commissariato di Anzio; agli investigatori hanno raccontato di non aver assistito alla lite, di aver solo soccorso l’amico e di essere andati via per paura dopo averlo lasciato in ospedale. La polizia ha identificato l’aggressore e lo sta cercando.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma