Roma, nasce «Radiontheroad», la web radio degli studenti che racconterà le storie della periferia

Roma, nasce «Radiontheroad», la web radio degli studenti che racconterà le storie della periferia
2 Minuti di Lettura
Giovedì 26 Settembre 2019, 12:55 - Ultimo aggiornamento: 14:11

Una web radio, creata da giovani studenti, per raccontare la periferia di Roma. Nasce «Radiontheroad», una emittente digitale condotta da un gruppo di ragazzi romani con il patrocinio e la collaborazione di Rai Radio 3 che ha l'intento di raccontare il territorio, partendo da Tor Sapienza, quartiere in cui è nato  il progetto, per allargarsi a tutto il territorio romano e al suo hinterland. Nella prima puntata, in onda da oggi su spreaker e sulle altre piattaforme social, ci sarà come ospite Ascanio Celestini, attore teatrale, regista cinematografico, scrittore e drammaturgo che parla del suo rapporto con la periferia a partire da quella in cui è nato, Morena, e della funzione del teatro e della cultura per trasformare i conflitti sociali in opportunità da cogliere individualmente e collettivamente.

Il nome Radionderoad è stato scelto dalla classe di 40 studenti che nel 2017 presso il Centro di Aggregazione Giovanile «Antropos» di Tor Sapienza ha frequentato il Corso di giornalismo radiofonico «Vuoi fare una radio?», progetto ideato come Radionderoad, dall'associazione di promozione sociale «Zeroviolenza Onlus». Docenti del corso alcuni dei migliori giornalisti radiofonici di Radio Rai, di emittenti locali e di network nazionali, «Vuoi fare una radio?» ha ottenuto inoltre il patrocinio e la collaborazione di Rai Radio 3. Sono entrambi progetti finanziati dall'8xmille dalla Tavola Valdese. 

«Radionderoad è un viaggio a puntate non solo tra chi denuncia o cerca soluzioni ai problemi di tutti i giorni ma anche con chi promuove tutte quelle attività come musica, teatro, cinema, arte e quelle forme d'arte che pur in maniera discontinua hanno la forza e il pregio di fare della periferia un polo di attrazione culturale che la rimette al centro dell'attenzione dell'opinione pubblica e quindi del mondo», dicono i membri della redazione nel comunicato di lancio dell'iniziativa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA