ROMA

Roma, arrestato il rapper Mr Melt: trovato con coca, hashish e ketamina

Domenica 27 Ottobre 2019 di Marco De Risi

E' stato fermato per un controllo venerdì a piazza Vittorio, all'Esquilino. Lui si chiama Matteo Sammarco, 31 anni, in arte Mister Melt, il famoso rapper romano, molto seguito fra i giovani  che inneggia all'uso di droghe e alla ribellione delle forze dell'ordine. E' stato trovato in possesso di cocaina, hashish e ketamina, oltre a 675 euro in banconote di piccolo taglio. Era a bordo di un'Audi A3 insieme ad altre tre persone fra le quali una ragazza che nascondeva nel reggiseno alcune dosi di droga. La giovane è stata solo denunciata.

La droga facile a Roma tra pusher improvvisati e marijuana fai da te

Poi la polizia ha effettuato una serie di arresti sempre nel mondo della droga. Un chilo di di marijuana era nascosta in una maglia all’interno di una borsa. Droga trovata a A.B., queste le sue iniziali che fermo ad aspettare l’autobus, si guardava sempre intorno. Stato d’animo che ha insospettito due poliziotti che, liberi dal servizio, a bordo di autovettura privata, si trovavano a passare su via di Acqua Bulicante. Chiesto l’ausilio degli agenti del commissariato Porta Maggiore, hanno proceduto al controllo del cittadino straniero. Il giovane, 24enne di origini nigeriane residente a Teramo, è stato ammanettato. E sono stati gli uomini della sezione Falchi della Squadra mobile ad arrestare F.G. di 49 anni romano poiché trovato con 1 kg e 500 grammi di marijuana, circa 160 grammi di hashish ed una pistola mauser calibro 7,65 completa di caricatore.

A seguito dei numerosi controlli da parte degli agenti del commissariato Colombo, nella zona adiacente al parco pubblico di largo Beato Placido Ricciardi, luogo di ritrovo di numerosi giovani che frequentano i locali della movida, è stato predisposto un mirato servizio di osservazione volto al rintraccio di soggetti dediti allo spaccio. Gli investigatori fingendosi fruitori dell’area verde, hanno notato un uomo che era in attesa nei pressi di una panchina in attesa di clienti a cui ha venduto  alcune dosi in cambio di denaro - subito fermato ed identificato per A.H.E.H. 31enne di nazionalità egiziana è stato trovato con altre dosi di hashish già pronte per essere vendute e denaro contante. Arrestato e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per la direttissima. Per l’uomo è stata applicata la misura cautelare personale del divieto di ritorno nel Comune di Roma imponendogli di non dimorare e di non accedere più in questo Comune. 

In piazzale degli Eroi, gli agenti del commissariato Prati, nel corso di servizi finalizzati al contrasto del fenomeno della droga, hanno notato una persona che con gesti «tipici» da spacciatore attirava gli eventuali «clienti». Fermato per un controllo è stato trovato in possesso di alcune dosi di «fumo»: segnalato alla Prefettura. Grazie all’attività di controllo effettuata sulla persona, sempre i poliziotti di Prati hanno organizzato servizi di osservazione negli stabili e abitazioni vicine che hanno consentito di fermare C.M. 35enne romano con precedenti di polizia, con della droga. Accompagnato presso l’abitazione, gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato numerose dosi di hashish, di marijuana, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento, nonché una cartuccia di una pistola calibro 45. Successivi accertamenti sulla sostanza stupefacente in sequestro hanno consentito di appurare che sarebbero state immesse sul mercato non meno di 650 dosi. Arrestato e portato in Tribunale per la direttissima, il 35 enne è stato condannato a 1 anno e 8 mesi di carcere. E in via Ostuni, angolo via Manfredonia, alla vista degli uomini del Reparto volanti e del commissariato Prenestino, D.V., 33enne originario di Barletta ma residente a Roma, con precedenti di polizia, in modo repentino ha cercato di allontanarsi. Fermato per un controllo ha cercato di disfarsi di un involucro, rinvenuto dai poliziotti risultato poi contenere cocaina. Perquisito è stato trovato con una busta contente circa 40 grammi di hashish e diverse dosi di «polvere bianca». Sono stati individuati in via dell’Archeologia dagli agenti del commissariato Casilino, sorpresi nello scambio di droga/denaro G.D. di 41 anni nato a San Benedetto del Tronto e residente a Roma e C.M. 41enne romano, entrambi con precedenti di polizia - fermati, al primo hanno trovato 12 dosi di coca e 280 euro in contanti mentre al secondo due dosi di eroina - dosi già pronte per essere vendute. 

Individuata l’abitazione di un pusher nel quartiere Primavalle, gli agenti del commissariato Aurelio, hanno avviato un’attività di monitoraggio - diversi gli appostamenti che hanno consentito di constatare un discreto movimento di «clienti» e notare in modo particolare il modo di suonare al citofono: due veloci e brevi suoni ravvicinati tra loro e subito dopo lo spacciatore si affacciava dalla veranda per controllare chi fosse. I poliziotti hanno deciso di fargli visita - hanno citofonato e pensando che fossero dei clienti, li ha fatti salire a casa: li stava attendendo sul pianerottolo con due involucri contenenti cocaina. Identificato: M.A. 44enne romano, con precedenti di polizia. La casa è stata perquisita e trovati 53 involucri di cocaina, 6 dosi di hashish, 1 involucro di «maria» e 500 euro in contanti. Tenuto d’occhio da un po’ di tempo dagli investigatori del commissariato Primavalle poiché già arrestato mesi fa e attualmente agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, S.T. 19enne romano è stato nuovamente arrestato per droga - all’interno di un garage i poliziotti hanno rinvenuto grazie al prezioso fiuto dei cani antidroga della Questura «Condor» e «Wuumm», oltre 200 grammi di sostanza stupefacente contrassegnata dalla denominazione «dosidos» e diverse dosi di marijuana nonché tutto il materiale per il confezionamento. 
 
Controlli a tappeto della polizia nelle maggiori piazze di spaccio della capitale dal Centro alla periferia. Il primo a finire in manette per mano degli agenti del commissariato Esquilino un noto rapper romano, fermato per un controllo a piazza Vittorio Emanuele II. S.M., 31enne, è stato trovato in possesso di cocaina, hashish e ketamina, oltre a 675 euro in banconote di piccolo taglio. Un chilo di «maria» nascosta in una maglia all’interno di una borsa. Droga trovata a A.B., queste le sue iniziali che fermo ad aspettare l’autobus, si guardava sempre intorno. Stato d’animo che ha insospettito due poliziotti che, liberi dal servizio, a bordo di autovettura privata, si trovavano a passare su via di Acqua Bulicante. Chiesto l’ausilio degli agenti del commissariato Porta Maggiore, hanno proceduto al controllo del cittadino straniero. Il giovane, 24enne di origini nigeriane residente a Teramo, è stato ammanettato. E sono stati gli uomini della sezione falchi della Squadra mobile ad arrestare F.G. di 49 anni romano poiché trovato con 1 kg e 500 grammi di marijuana, circa 160 grammi di hashish ed una pistola mauser calibro 7,65 completa di caricatore.

A seguito dei numerosi controlli da parte degli agenti del commissariato Colombo, nella zona adiacente al parco pubblico di largo Beato Placido Ricciardi, luogo di ritrovo di numerosi giovani che frequentano i locali della movida, è stato predisposto un mirato servizio di osservazione volto al rintraccio di soggetti dediti allo spaccio. Gli investigatori fingendosi fruitori dell’area verde, hanno notato un uomo che era in attesa nei pressi di una panchina in attesa di clienti a cui ha venduto  alcune dosi in cambio di denaro - subito fermato ed identificato per A.H.E.H. 31enne di nazionalità egiziana è stato trovato con altre dosi di hashish già pronte per essere vendute e denaro contante. Arrestato e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per la direttissima. Per l’uomo è stata applicata la misura cautelare personale del divieto di ritorno nel Comune di Roma imponendogli di non dimorare e di non accedere più in questo Comune. 

In piazzale degli Eroi, gli agenti del commissariato Prati, nel corso di servizi finalizzati al contrasto del fenomeno della droga, hanno notato una persona che con gesti «tipici» da spacciatore attirava gli eventuali «clienti». Fermato per un controllo è stato trovato in possesso di alcune dosi di «fumo»: segnalato alla Prefettura. Grazie all’attività di controllo effettuata sulla persona, sempre i poliziotti di Prati hanno organizzato servizi di osservazione negli stabili e abitazioni vicine che hanno consentito di fermare C.M. 35enne romano con precedenti di polizia, con della droga. Accompagnato presso l’abitazione, gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato numerose dosi di hashish, di marijuana, un bilancino di precisione, materiale per il confezionamento, nonché una cartuccia di una pistola calibro 45. Successivi accertamenti sulla sostanza stupefacente in sequestro hanno consentito di appurare che sarebbero state immesse sul mercato non meno di 650 dosi. Arrestato e portato in Tribunale per la direttissima, il 35 enne è stato condannato a 1 anno e 8 mesi di carcere. E in via Ostuni, angolo via Manfredonia, alla vista degli uomini del Reparto volanti e del commissariato Prenestino, D.V., 33enne originario di Barletta ma residente a Roma, con precedenti di polizia, in modo repentino ha cercato di allontanarsi. Fermato per un controllo ha cercato di disfarsi di un involucro, rinvenuto dai poliziotti risultato poi contenere cocaina. Perquisito è stato trovato con una busta contente circa 40 grammi di hashish e diverse dosi di «polvere bianca». Sono stati individuati in via dell’Archeologia dagli agenti del commissariato Casilino, sorpresi nello scambio di droga/denaro G.D. di 41 anni nato a San Benedetto del Tronto e residente a Roma e C.M. 41enne romano, entrambi con precedenti di polizia - fermati, al primo hanno trovato 12 dosi di coca e 280 euro in contanti mentre al secondo due dosi di eroina - dosi già pronte per essere vendute. 

Individuata l’abitazione di un pusher nel quartiere Primavalle, gli agenti del commissariato Aurelio, hanno avviato un’attività di monitoraggio - diversi gli appostamenti che hanno consentito di constatare un discreto movimento di «clienti» e notare in modo particolare il modo di suonare al citofono: due veloci e brevi suoni ravvicinati tra loro e subito dopo lo spacciatore si affacciava dalla veranda per controllare chi fosse. I poliziotti hanno deciso di fargli visita - hanno citofonato e pensando che fossero dei clienti, li ha fatti salire a casa: li stava attendendo sul pianerottolo con due involucri contenenti cocaina. Identificato: M.A. 44enne romano, con precedenti di polizia. La casa è stata perquisita e trovati 53 involucri di cocaina, 6 dosi di hashish, 1 involucro di «maria» e 500 euro in contanti. 
Tenuto d’occhio da un po’ di tempo dagli investigatori del commissariato Primavalle poiché già arrestato mesi fa e attualmente agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, S.T. 19enne romano è stato nuovamente arrestato per droga - all’interno di un garage i poliziotti hanno rinvenuto grazie al prezioso fiuto dei cani antidroga della Questura «Condor» e «Wuumm», oltre 200 grammi di sostanza stupefacente contrassegnata dalla denominazione «dosidos» e diverse dosi di marijuana nonché tutto il materiale per il confezionamento. 

Ultimo aggiornamento: 11:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma