Roma, addio a Rebecca, morta sul Gra. La famiglia: «Abbiamo bisogno di testimoni, aiutateci»

Domenica 10 Novembre 2019 di Mirko Polisano
1

Nell’azienda dove lavorava a Fiumicino, la chiamavano la “Regina” per quel suo fascino simile a quello di Cleopatra. Colleghi, amici e un intero quartiere - quello di Nuova Ostia - ieri ha voluto dare l’ultimo saluto a Rebecca Spera, la 20enne morta lunedì scorso in un incidente d’auto sulla Roma-Fiumicino. Ancora incerta la dinamica dello scontro che - di certo - ha fatto sbalzare la giovane fuori dall’abitacolo. Per questo la famiglia ribadisce l’appello: «Abbiamo bisogno di testimoni, aiutateci». Il grido di dolore è lanciato da Noemi, sorella maggiore di Rebecca, ex studentessa dell’istituto Toscanelli.

Incidente sulla Roma-Fiumicino: muore una ragazza di 20 anni di Ostia, altri due feriti. Interviene l'eliambulanza

L’invito accorato della giovane è stato condiviso migliaia di volte e sta facendo il giro del web: «Scusate, avrei bisogno di qualcuno che era presente o che conosce o ha sentito qualcuno che era presente il 4 novembre sull’A91, durante l’incidente che ha coinvolto due auto, in cui ha perso la vita mia sorella di 20 anni». Ieri in centinaia (oltre 500 persone) hanno voluto dare l’ultimo saluto a Rebecca. Gremita non solo la chiesa Regina Pacis, ma anche la piazza antistante scoppiata in un unico fragoroso e rumorosissimo applauso al termine della funzione. «Tu sei il mio cielo», era scritto sull’altare a pochi metri dalla piccola bara bianca. E Ostia mostra il suo volto migliore. «Abbiamo posizionato un salvadanaio per aiutare la famiglia - dice Patrizia, titolare di un bar in via delle Azzorre - siamo generosi noi ostiensi». 
 

 

 

Ultimo aggiornamento: 18:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Divisioni a due cifre: ricordate? Incubo per studenti (e genitori)

di Veronica Cursi

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma