Nuovo colpo per il ladro 16enne delle microcar: era nella gang di Monterotondo

Venerdì 7 Giugno 2019 di Elena Panarella


Nemmeno due mesi fa è stato ferito da un colpo di pistola esploso dal figlio dei proprietari di una villetta a Monterotondo dove si era introdotto per rubare insieme a tre complici. E ora ci risiamo. Insomma è proprio il caso di dire il lupo perde il pelo ma non il vizio. E così insieme a due amici, questa volta tutti minorenni, ha commesso un nuovo colpo. Ieri alle prime luci dell'alba, al termine di una veloce attività d'indagine, i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Frascati li sono andati a prendere a casa e li hanno sottoposti a fermo di polizia giudiziaria. Si tratta di due cittadini albanesi di 17 e 16 anni e un romano di 16 anni, già tutti noti alle forze dell'ordine, accusati di aver rapinato un loro coetaneo che viaggiava a bordo di una microcar. In particolare, il 16enne albanese è il ragazzo che, lo scorso 26 aprile, in via San Matteo nel corso di un furto in abitazione a Monterotondo, rimase ferito a un gluteo da un colpo d'arma da fuoco.

Roma, al semaforo tirano fuori il coltello, minacciano coetaneo e gli rubano la microcar: presi due baby-rapinatori

LA RICOSTRUZIONE
Mercoledì sera, in via Valle a Montecompatri, i tre giovani a bordo di un'auto presa in prestito che non potevano certamente guidare perché non hanno ancora conseguito la patente, con una manovra azzardata hanno affiancato e bloccato il coetaneo a bordo del suo quadriciclo, costringendolo ad uscire dal mezzo per poi aggredirlo e cercare di portargli via quanto di valore aveva in suo possesso. Ma l'inaspettata reazione energica della vittima, li ha sorpresi. Sono volati spintoni, calci, schiaffi, ma alla fine i tre malviventi si sono allontanati senza riuscire a rubare nulla. Immediatamente allertati, i carabinieri del nucleo operativo di Frascati hanno acquisito le informazioni e le descrizioni dei complici e, grazie anche al riconoscimento fotografico fatto dalla vittima, li hanno identificati e rintracciati nelle rispettive abitazioni.

ALTRI COLPI
Il 17enne, vittima della tentata rapina, è stato medicato al pronto soccorso dell'ospedale di Frascati per le contusioni e le lievi ferite riportate durante l'aggressione. I fermati sono stati portati in caserma e successivamente accompagnati nel Centro di prima accoglienza per minori di Roma, in via Virginia Agnelli, come disposto dall'autorità giudiziaria, accusati di tentata rapina aggravata. L'autista del gruppetto dovrà rispondere anche di guida senza patente. Già nei giorni scorsi i carabinieri avevano ricevuto diverse segnalazioni di analoghi episodi di rapina, sempre nei confronti di ragazzini a bordo di microcar, per cui sono in corso accertamenti per verificare se a compierle siano stati i ragazzi fermati.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il percorso ad ostacoli dei turisti della Capitale

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma