ROMA

Roma, ragazza morta per overdose: arrestati 3 pusher. Uno le avrebbe ceduto la dose letale

Mercoledì 29 Aprile 2020

Tre persone sono state fermate dai carabinieri perché ritenute responsabili di concorso in spaccio e detenzione di sostanza stupefacente e, per uno di loro, di morte quale conseguenza di altro reato. Nell’ambito di un’indagine coordinata Direzione Distrettuale Antimafia di Roma, i carabinieri del Nucleo operativo della compagnia Trionfale hanno eseguito un fermo di indiziato di delitto nei confronti dei 3 cittadini di origine albanese. Le indagini scattate a luglio all’indomani della morte per overdose di una giovane romana di 30 anni nella sua abitazione del quartiere Monte Mario. 

Roma, pusher ucciso in strada al Nuovo Salario: aveva capito di essere finito in un agguato

Roma, trasforma casa in un emporio della droga: arrestato 36enne albanese di Torre Angela

Sarebbe stato accertato un traffico di cocaina ad opera di un gruppo di albanesi nella zona nord di Roma. Uno dei tre fermati - secondo gli inquirenti - avrebbe ceduto la dose letale alla ragazza deceduta. Il 20 aprile 2020, si è reso necessario eseguire il fermo i tre, secondo gli investigatori, stavano pianificando di fuggire in Albania. Il gip ha convalidato il fermo richiesto dalla Procura applicando per tutti la misura cautelare in carcere. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA