Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Monopattino selvaggio a Roma, mancano le regole e aumentano i morti

Rapporto dei vigili sul 2021: il numero dei decessi supera in proporzione quello relativo agli incidenti con le macchine

Monopattino selvaggio a Roma, mancano le regole e aumentano i morti
di Fernando Magliaro
3 Minuti di Lettura
Martedì 22 Marzo 2022, 09:37

Il dato dei vigili è inequivocabile: nel 2021 si sono registrati 200 incidenti che hanno coinvolto monopattini, con un centinaio di feriti e quattro decessi. Il che porta il tasso di mortalità al 2%. Due dati utili a fare un raffronto: nel 2021, in tutta Roma, ci sono stati 28mila incidenti con 104 decessi: tasso di mortalità dello 0,37%. Nel 2020, in piena pandemia con la quarantena durata parecchie settimane, si sono registrati 180 incidenti con due decessi.

Roma, stretta sui monopattini: casco obbligatorio e vietate le consolari


In pratica, da un anno all'altro a fronte di un numero di incidenti pressoché stabile (i monopattini a Roma sono stati introdotti a fine maggio 2020) i decessi sono raddoppiati. Numeri secchi che riportano al centro del dibattito politico il problema di regolamentare l'utilizzo dei monopattini.
LE TAPPE
A metà febbraio, in Commissione Mobilità, si è registrato un acceso scontro sull'uso del casco, sui limiti di velocità, sui parcheggi selvaggi. Da una parte, una rappresentante delle associazioni dei ciclisti che ha sottolineato la contrarietà a qualunque ulteriore forma di regolamentazione. Dall'altro, le opposizioni che hanno chiesto un maggior impegno da parte dell'Amministrazione.
LE POSIZIONI

La questione dell'uso del casco è stata oggetto delle richieste pressanti di Fratelli d'Italia, Lega, Forza Italia-Udc e Azione. «Mi sto battendo affinché il casco divenga obbligatorio», spiega Simonetta Matone (Lega). «Credo che l'opposizione all'introduzione del casco provenga dalle società di noleggio che dovrebbero poi fornire il casco all'utenza». Anche per Lavinia Mennuni (consigliera comunale di Fratelli d'Italia, il problema casco è fondamentale: «I numeri dei Vigili dimostrano quanto sia importante tutelare sia chi adopera i monopattini che gli altri utenti della strada».


Nella seconda metà del 2019, venne dato il via, a livello ministeriale, alla sperimentazione per la micromobilità elettrica, quindi i monopattini, i segway, le bici elettriche. Il Campidoglio a guida Raggi si butta con entusiasmo su questa mobilità e, a maggio, dà inizio all'attività delle varie società di noleggio.
I PROBLEMI
A fine 2020 si contavano 16.000 monopattini in circolazione noleggiati da 7 diverse società. E iniziano subito i problemi: c'è il parcheggio selvaggio, il lancio del mezzo nel Tevere o in qualche fontana, la corsa in due o addirittura in tre, il transito sul marciapiede. Arrivano i primi incidenti, i primi feriti e poi i primi morti. E il dibattito divampa ancora oggi: «Uno dei tre nodi da affrontare è quello della formazione - spiega Francesco Carpano (Azione) - le rilevazioni ci dicono come molti fruitori dei monopattini non conoscano il codice della strada». Marco Di Stefano (Forza Italia-Udc) analizza la questione parcheggi: «Decine di mezzi sono abbandonati ogni giorno rendendo infernale il transito a tutti, figurarsi a chi ha un passeggino o è su sedia a rotelle».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA