ATAC

Metro A, dal 18/10 stop per 3 mesi alla fermata Baldo degli Ubaldi. Raggi: «Manutenzione dopo 20 anni»

Sabato 12 Ottobre 2019
4
Metro A, dal 18/10 stop per 3 mesi alla fermata Baldo degli Ubaldi. Raggi: «Manutenzione dopo 20 anni»

Ancora disagi per i viaggiatori della linea A della metro di Roma. Per tre mesi dal 18 ottobre, comunica l'Atac, sarà chiusa la stazione Baldo degli Ubaldi per la revisione ventennale scale mobili e degli ascensori. I treni dunque transiteranno senza effettuare la fermata. La sindaca Virginia Raggi ha commentato: « La sicurezza prima di tutto. Dopo vent'anni di mancata manutenzione la nostra amministrazione sta intervenendo per le dovute revisioni di ascensori e scale mobili della stazione metro A Baldo degli Ubaldi. Per questo motivo la fermata, dal 18 ottobre resterà chiusa per tre mesi».

«Un disagio purtroppo necessario dato il totale disinteresse di chi in questi decenni sarebbe dovuto intervenire. Non si tratta di dare la colpa ad altri, ma voglio spiegare perché è necessario chiudere una stazione della metro per tutto questo tempo. - continua Raggi - Quello di questi mesi sarà un lavoro complesso ma fondamentale, al termine del quale avremo un servizio efficiente e, soprattutto, sicuro per tutti. Complessivamente saranno sottoposte a revisione 12 scale mobili e 7 ascensori». 

Scale mobili pericolose nella metro A, Atac sapeva ma ordinò: «Riaprire lo stesso»

Atac spiega che la manutenzione è «un'attività obbligatoria in base alle vigenti norme sull'esercizio degli impianti di traslazione. La chiusura è necessaria per consentire lo svolgimento di lavorazioni complesse, garantendo la sicurezza delle maestranze e dei viaggiatori».

E' ancora chiusa la stazione Barberini, mentre in moltissime fermate non funzionano scale mobili e ascensori. Nelle stazione di Cipro e Valle Aurelia ad esempio scale mobili e ascensori sono fuori servizio da tempo ormai. 

Complessivamente saranno sottoposte a revisione 12 scale mobili e 7 ascensori. Nella nota, infine, Atac comunica le alternative per gli utenti della stazione. «In sostituzione della stazione Baldo degli Ubaldi potranno essere utilizzate le vicine stazioni di Cornelia e Valle Aurelia, dove i treni della metro A continueranno a fermare regolarmente. Per tutta la durata della chiusura della stazione, la linea bus 490 (stazione Tiburtina-Cornelia) sarà potenziata. La linea 490 è accessibile ai passeggeri a ridotta mobilità».

Virginia Raggi«La sicurezza prima di tutto». «Dopo vent'anni di mancata manutenzione la nostra amministrazione sta intervenendo per le dovute revisioni di ascensori e scale mobili della stazione metro A Baldo degli Ubaldi. Per questo motivo la fermata, dal 18 ottobre resterà chiusa per tre mesi. Un disagio purtroppo necessario dato il totale disinteresse di chi in questi decenni sarebbe dovuto intervenire». Lo scrive su Fb la sindaca di Roma Virginia Raggi. «Non si tratta di dare la colpa ad altri, ma voglio spiegare perché è necessario chiudere una stazione della metro per tutto questo tempo. Quello di questi mesi sarà un lavoro complesso ma fondamentale, al termine del quale avremo un servizio efficiente e, soprattutto, sicuro per tutti. Complessivamente saranno sottoposte a revisione 12 scale mobili e 7 ascensori. Intanto Atac ha previsto alcune alternative: in sostituzione della stazione Baldo degli Ubaldi potranno essere utilizzate le vicine stazioni di Cornelia e Valle Aurelia, dove i treni della metro A continueranno a fermare regolarmente. Per tutta la durata della chiusura della stazione, la linea bus 490 (stazione Tiburtina-Cornelia) sarà potenziata. La linea 490, lo ricordo, è accessibile ai passeggeri a ridotta mobilità. Ringrazio tutti, dipendenti Atac e maestranze per il loro lavoro e, soprattutto, voi per la pazienza e la comprensione», conclude.

 

Ultimo aggiornamento: 16:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma