Roma, metro A Barberini, altri 4 mesi di agonia: «Chiusa fino a ottobre»

Martedì 11 Giugno 2019 di Fabio Rossi

Quattro mesi. «Salvo complicazioni», come si usa nei certificati medici. Ufficialmente all'Atac nessuno si sbilancia sui tempi di riapertura al servizio della stazione della metropolitana di piazza Barberini, da pochi giorni dissequestrata dalla Procura dopo che, il 23 marzo scorso, era stata chiusa a causa del cedimento di una scala mobile, per fortuna senza conseguenze per gli utenti. Ma nei corridoi di via Prenestina, dietro l'ottimismo di facciata, in tanti ammettono che «i tempi saranno inevitabilmente lunghi, e riattivare Barberini a ottobre sarebbe già un buon risultato».

Roma, Metro A ferma, le aziende fanno causa: «Perso un cliente su tre»

L'ITER
Le operazioni che dovranno essere messe in campo sono piuttosto complesse, e necessitano di molto tempo. Basti pensare che la stazione di piazza della Repubblica era stata dissequestrata a metà gennaio e, secondo quanto annunciato dal presidente dell'Atac Paolo Simioni, sarà riattivata entro fine giugno. A Barberini l'iter da affrontare è molto simile. Bisognerà sostanzialmente rifare gli impianti delle scale mobili. Con il problema supplementare di reperire tutti pezzi di ricambio, alcuni dei quali non sarebbero attualmente disponibili.

GLI ESAMI
I lavori - che ad agosto si intrecceranno con la manutenzione straordinaria dei binari della tratta storica della linea A dal capolinea di Anagnina a Ottaviano - dovranno comunque rispettare le eventuali prescrizioni individuate dai giudici in questi mesi di chiusura. E poi, inevitabilmente, passare al vaglio dei tecnici dell'Ustif, l'ufficio speciale trasporti a impianti fissi del ministero delle Infrastrutture, che dovranno esaminare tutti gli interventi fatti e le procedure di manutenzione seguite. Insomma, non ci saranno corsie preferenziali né sconti di alcun tipo, nonostante l'importanza strategica di questa fermata per il servizio di trasporto pubblico nel centro cittadino.

I TEMPI
Difficile, in questo contesto, immaginare la riapertura della fermata prima di ottobre, nonostante le pressioni dei commercianti della zona, pronti a chiedere a Campidoglio e Atac il risarcimento dei danni subiti: «il 30 per cento degli incassi abituali». Pari, fino a oggi, a oltre un milione di euro. Con l'annunciata riapertura di Repubblica per fine mese, peraltro, Barberini resterà l'unica delle tre fermate consecutive del centro storico sulla linea A - la terza era quella di piazza di Spagna, riattivata a maggio - chiuse contemporaneamente per alcuni mesi. Compreso il lunghissimo ponte di primavera, tra Pasqua, 25 aprile e 1° maggio, che secondo gli operatori turistici è stato parzialmente rovinato anche dalla situazione di oggettiva paralisi del trasporto pubblico nel cuore della Città eterna. La speranza è che i tempi di riapertura della stazione Barberini siano, quantomeno, inferiori a quelli di piazza della Repubblica.
 

Ultimo aggiornamento: 09:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma