CORONAVIRUS

Coronavirus, slitta la Maturità al Pertini di Ladispoli per un sospetto caso Covid-19

Mercoledì 17 Giugno 2020 di Camilla Mozzetti
Salta la Maturità al Pertini di Ladispoli per un sospetto caso Covid-19

Al liceo Sandro Pertini di Ladispoli l'esame di Maturità slitta di un giorno. Il motivo? Caso sospetto di Covid-19. Tutto è iniziato martedì, quando un docente interno membro di commissione, si sottopone al test sierologico per il rinvenimento delle IgG in quanto tre mesi fa, a suo dire, aveva avuto una bruttissima influenza con sintomi propri della malattia: perdita del gusto e dell'olfatto, febbre alta, difficiltà nel respirare.
 

Maturità 2020, Manuela Villa: «Farò l'esame a 56 anni. All'epoca non entrai in classe per paura»

All'epoca il docente non si sottopose a nessuna analisi, guarì e torno alla sua vita e all'insegnamento ma ora in vista dell'esame di Stato ha deciso di fare il test che ha dato poi esito positivo. 
 

 

In un attimo, appresa la notizia, la dirigenza della scuola ha avvisato l'Ufficio scolastico regionale concordando insieme di posticipare di un giorno l'avvio dell'esame di Stato che in questo istituto dovrebbe iniziare domani. Martedì sera tutti i candidati (oltre 100 studenti) sono avvisati e questa mattina il Sandro Pertini è rimasto chiuso.

Il collegamento con il liceo classico Guglielmotti di Civitavecchia, maturità rimandata anche qui

L'uso del condizionale tuttavia resta d'obbligo: il docente dopo aver ricevuto il referto sul test sierologico ha allertato, seguendo la procedura della Regione Lazio, il suo medico di famiglia e questa mattina è stato sottoposto al tampone il cui esito dovrebbe arrivare in serata. Fino ad allora non ci sarà nessun via libera ufficiale per l'avvio dell'esame domani. Il docente non ha sintomi fanno sapere dall'Ufficio scolastico regionale e dunque si suppone che l'infezione da Sars-Cov-2 sia pregressa, relativa appunto a tre mesi fa e che abbia sviluppato gli anticorpi al virus risultando dunque positivo alle IgG. Tuttavia solo l'esito dell'analisi molecolare potrà dire se l'infezione è passata e dunque pregressa o se è attualmente in corso. In quest'ultimo caso, tutte le persone che sono entrate in contatto con il docente, lunedì 15 giugno, quando a scuola si sono insediate le commissioni, dovranno sottoporsi alle analisi. 

Per Mario Rusconi, presidente dell'Associazione nazionale presidi di Roma e Lazio, si tratta di «Un atto di negligenza dell'insegnante: se l'esito del tampone sarà negativo domani gli esami si svolgeranno, altrimenti tutto il personale della scuola, compresi gli alunni, dovrà andare in quarantena. Una vera e propria leggerezza. Avrebbe dovuto comunicarlo prima».

Nel tardo pomeriggio è arrivato il responso al tampone: risultato negativo come ha comunicato in una nota l'Asl Roma 4 che aveva preso in carico il docente e svolta in mattinata il test molecolare. Pertanto, la Maturità può finalmente partire ma gli esami al liceo Pertini partiranno il 19. Questo comporterà poi il recupero di due giorni sul calendario delle verifiche stabilito dalle commissioni. 

Ultimo aggiornamento: 20:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA