Investito dal treno sulla Velletri-Roma: linea ferroviaria riaperta, ancora non identificata la vittima

Martedì 30 Marzo 2021
Investito dal treno sulla Velletri-Roma: linea ferroviaria riaperta, ancora non identificata la vittima

E' ripreso da stamattina il passaggio dei treni dopo l' investimento ferroviario nella zona di Santa Fumia tra le stazioni di Pavona e Santa Maria delle Mole ieri sera poco prima delle 19, quando un uomo è stato preso dal treno in corsa della linea Velletri-Roma ed è morto sul colpo. La linea ferroviaria è stata interrotta, diverse ore fino alle 24 . Sul posto gli agenti della polizia ferroviaria di Ciampino per le indagini e i rilievi, supportati dagli agenti della polizia locale di Marino. Intervenuta anche la squadra della polizia scientifica di Roma Termini.

Non si esclude nessuna pista, potrebbe essere stato anche un gesto volontario , in quanto sembrerebbe che il macchinista abbia visto sbucare da un cespuglio adiacente al binario unico in direzione Roma l'uomo finito poi sotto il treno della seconda carrozza. Non è stato ancora identificato il cadavere, sembrerebbe uno straniero di carnagione olivastra dall'apparente età di 30-40 anni. Potrebbe essere un cittadino straniero, forse indiano o del Bangladesh, non aveva documenti con sé.

Sul treno c'erano anche dieci pendolari rimasti sul posto nei vagoni in quanto la zona era isolata tra le campagne dell'agro romano. Sono stati assistiti dal personale di trenitalia, dalla polfer e dagli agenti della polizia locale di Marino. Disposta autopsia a Tor Vergata dalla procura di Velletri sul corpo dell'uomo . La linea è stata liberata dopo le 24, dopo la rimozione del corpo sul binario unico. Il macchinista e la capotreno hanno subito fermato il convoglio in direzione Roma e sono scesi per soccorrere l 'uomo e chiamare il 112 e il 118 ma era già morto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA