Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Malagrotta, diossine oltre i valori dell'Oms a Fiumicino ma a Roma sono in calo. Il sindaco Montino: ordinanza prorogata

È quanto emerge dal monitoraggio di Arpa Lazio dopo l'incendio

Malagrotta, diossine oltre i valori dell'Oms a Fiumicino: a Roma valore in calo
3 Minuti di Lettura
Sabato 18 Giugno 2022, 17:47 - Ultimo aggiornamento: 19:28

Incendio a Malagrotta, cosa succede ora? A Fiumicino il valore delle diossine è «superiore» (0,9 rispetto allo 0,3) «al valore di riferimento individuato dall'Oms per l'ambiente urbano». È quanto emerge dal monitoraggio di Arpa Lazio dopo l'incendio di mercoledì al Tmb di Malagrotta.

Incendio Malagrotta, in un video le fiamme dopo lo sversamento: è giallo sul disastro

Incendio Tmb Malagrotta, rischio diossina: chiusure e divieti in zona rossa. La mappa di municipi e strade coinvolte

Diossina, perché è pericolosa? Signorelli: «Cancerogena, contamina carne e pesce. Rischi per donne incinte»

A Roma, invece, le diossine nel campione dell'aria prelevato ieri nell'area di Malagrotta sono inferiori al dato del giorno precedente (0,2 rispetto allo 0,3 del secondo campione del 16) e continuano a non superare i valori dell'Oms (fissati tra 0.1-0.3 pg/m3).

 

IL SINDACO - «In considerazione dei dati emersi dalle rilevazioni delle centraline, a seguito dell'incendio del Tmb di Malagrotta, in accordo con Arpa Lazio e Asl Rm3 ho deciso di prorogare l'ordinanza emessa giovedì scorso fino alla mezzanotte di domenica 19 giugno». Lo dichiara il sindaco Esterino Montino. «I livelli di diossina rilevati, infatti, sono risultati alti: a Fiumicino pari a 0.9 contro lo 0.3 indicato come soglia dall'Oms - sottolinea il sindaco -. Al di là delle scuole che sono comunque chiuse nel fine settimana, quindi, rimangono sospese le attività ludico ricreative e sportive destinate all'infanzia, come ad esempio i centri estivi pubblici e privati, nell'area di Parco Leonardo, Pleiadi, Vignole, Via Portuense tratto compreso tra il cimitero comunale e la fiera di Roma e via della Muratella fino all'intersezione con via della Trigolana». «Da lunedì 20 giugno queste attività, come anche i nidi e le scuole dell'infanzia, potranno riprendere - conclude il sindaco -. Rimane il divieto di consumare frutta e verdura prodotta nella zona indicata fino a nuovi rilevamenti da parte degli organismi competenti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA