Pax mafiosa Ostia, la penalista condannata a 6 anni e 8 mesi di carcere

Pax mafiosa Ostia
2 Minuti di Lettura
Venerdì 4 Giugno 2021, 15:13

Il giudice per le indagini preliminari di Roma ha condannato a 6 anni e 8 mesi di carcere l'avvocato Lucia Gargano. La penalista è accusata di concorso esterno in associazione mafiosa nell'indagine sulla «pax mafiosa» del litorale di Roma, nella zona di Ostia. La Procura aveva sollecitato una condanna a 9 anni. Al centro del procedimento, coordinato dall'aggiunto Ilaria Calò e dai sostituti Mario Palazzi e Giovanni Musarò, un accordo siglato in un ristorante di Grottaferrata, nel dicembre del 2017, a cui partecipò anche Fabrizio Piscitelli, il Diabolik, ultrà della Lazio, ucciso il 7 agosto del 2019 nel parco degli Acquedotti, in zona Tuscolana. 

Nel procedimento sono coinvolti anche Salvatore Casamonica, esponente di vertice del clan già detenuto al 41 bis,e l'avvocato Angelo Staniscia, in passato difensore di Roberto Spada esponente di un altro gruppo criminale, di origine sinti, attivo sul litorale romano, già rinviati a giudizio in quanto hanno scelto il rito ordinario.

Diabolik, l’avvocatessa dei boss e i contatti con il carabiniere: «Possono arrestarmi?»

© RIPRODUZIONE RISERVATA