Ladispoli, riaprono le spiagge ma niente tintarella

Un tratto di spiaggia di Ladispoli
di Emanuele Rossi
2 Minuti di Lettura
Lunedì 4 Maggio 2020, 11:09

Sì all’attività motoria in spiaggia ma anche alla camminata in riva al mare. Vietato portarsi il telo per prendere il sole da sdraiati. A Ladispoli la Fase 2 concederà da oggi la possibilità ai residenti di recarsi sulla sabbia, a patto di non «sostare» per godere della tintarella. Così ha deciso il sindaco, Alessandro Grando, firmando un’ordinanza di alleggerimento rispetto alle più dure imposizioni previste in altre località.
Decisione del primo cittadino dopo il boom di contagiati (6 gli attuali positivi), anche se nelle ultime ore la città ha contato la quinta vittima legata al Covid-19, un clochard 65enne deceduto al San Paolo di Civitavecchia. «Considerando che il numero di positivi è basso – precisa Grando - e che non ci sono mai stati particolari problemi nella gestione dell’emergenza, ho revocato i precedenti provvedimenti che avevano introdotto misure restrittive per contenere i rischi». Quindi l’arenile non sarà più off limits. I controlli però saranno maggiori sulla costa per evitare assembramenti e scongiurare, oltre alle visite degli abitanti di altri comuni (a Cerveteri il sindaco autorizza la passeggiata ma non l’attività motoria), soprattutto dei romani che hanno a Ladispoli la seconda casa.
Già nell’ultimo week end si è registrata una notevole affluenza di persone, forse arrivate proprio dalla Capitale. A testimoniarlo code più lunghe di fronte ai market, alle farmacie e alle pescherie. Vale il mantenimento della distanza di sicurezza. «Almeno un metro durante la camminata», spiega il sindaco, «a due metri se si pratica sport», compreso quello acquatico. L’adulto potrà avere vicino un bimbo fino a 6 anni e un disabile. I proprietari potranno condurre i loro cani. Semaforo verde per la pesca. «Esclusivamente per lo svolgimento in forma amatoriale – dice Grando - è autorizzato lo spostamento nell’intero ambito regionale». Un’ordinanza che non proibirà agli appassionati di altre città del Lazio di raggiungere Ladispoli. Novità per le aree verdi. Sarà possibile entrare nel bosco di Palo con accesso da via Melone e via Delfini. Riapre il cimitero e riparte con regolarità il trasporto pubblico. «L’ingresso nei bus - sostiene l’assessore alla Mobilità, Amelia Mollica Graziano - sarà contingentato: gli utenti dovranno occupare i posti indicati, indossando guanti e mascherina». Mascherine obbligatorie nei luoghi chiusi e aperti al pubblico. 
LEGGI ANCHE I balneari dicono no ai box in plexiglass sulle spiagge del Lazio

© RIPRODUZIONE RISERVATA