Roma, muore a 25 anni sul Gra, caccia al pirata su una Fiat Punto. La mamma: «Chi sa parli»

Giovedì 11 Luglio 2019

Mamma Laura Magnani, insegnante di Ciampino si dispera e mentre prepara il funerale «a colori» di suo figlio Stefano Branco, morto a 25 anni in un incidente stradale sul Grande Raccordo Anulare, lancia un appello tramite i social: «Per favore se qualcuno ha visto qualcosa in merito al terribile incidente avvenuto sabato 6 luglio si faccia avanti! L'angelo che non c'è più era mio figlio!». Stefano, che faceva la guardia giurata e da poco si era trasferito a Marino, sabato pomeriggio intorno alle 16 era alla guida della sua Smart rossa in compagnia di un amico. All'altezza dello svincolo di Acilia in carreggiata esterna il drammatico schianto: l'auto si ribalta, lui viene sbalzato fuori e non ha scampo. L'amico resta ferito. Non è solo la mamma a cercare testimoni.

Roma, incidente sul Gra, lascia a terra 25enne morto e fugge: si cerca conducente di una Fiat Punto

IL SOSPETTATO
La polizia stradale crede che a provocare l'incidente sia stata un'auto pirata, una Fiat Punto. Così ieri la Polizia stradale di Roma ha diramato un appello ancora più preciso. Nel mirino il conducente della Punto di colore chiaro che, dopo lo scontro, nel tratto compreso tra le uscite Roma Fiumicino e via Pontina, aveva fermato il veicolo sulla corsia centrale per rimettersi al volante pochi minuti dopo facendo perdere le proprie tracce nonostante i due giovani a terra, uno morto e l'altro ferito gravemente. La scena, infatti, è stata ripresa dalle telecamere posizionate lungo il raccordo e visionate dalla polizia. «Eventuali informazioni, anche foto e video - fa sapere la Stradale - potranno essere segnalate all'ufficio infortunistica di Settebagni al numero 06 88660244 o allo 06 88660316, oppure al Centro Operativo Polizia Stradale di Roma al numero 0765459707».
LE ESEQUIE
In molti a Ciampino si sono stretti in una grane abbraccio ideale alla maestra Laura che ha espresso il desiderio di poter celebrare un funerale «a colori» per il figlio, chiedendo la «cortesia di indossare indumenti colorati» durante le esequie che si svolgeranno questa mattina nella chiesa del Sacro Cuore in piazza della Pace. Intanto, anche i familiari di Marco Toscano, il fisioterapista morto il 3 luglio in un incidente in moto su via Tiburtina 1322 cercano aiuto per chiarire che cosa sia avvenuto. «Cerchiamo testimoni che abbiano visto la posizione esatta del camion al momento dell'incidente. Vi preghiamo, qualsiasi particolare può essere utile a noi e agli inquirenti, aiutateci», spiega Sarah la sorella gemella.
A. Mar.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: 08:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma