Incendio ai Castelli, ancora piromani in azione: è il quarto episodio in due giorni

foto
Giovedì 22 Agosto 2019, 10:09

Ancora piromani scatenati al Parco Regionale dei Castelli Romani dove, nella giornata di ieri, i volontari della protezione civile di Velletri - dopo una lunga giornata passata in una ex cava di pozzolana in via Cisternense andata in fiamme, sono dovuti tornare sul monte Artemisio per l'ennesimo incendio. Le fiamme dolose, per la seconda volta in due giorni, sono state appiccate nella parte alta di Fontana Marcaccio, in una zona impervia e difficile da raggiungere. I pompieri di Velletri, insieme alla protezione civile comunale ed un mezzo aereo dei vigili del fuoco che ha fatto diversi sganci dall'alto, sono stati impegnati tutta la notte. La zona data alle fiamme dal piromane era difficile da raggiungere con i mezzi di terra. Sul posto anche la polizia locale e i carabinieri forestali che hanno avviato le indagini.

Il giorno prima era stata incendiata anche la vetta del monte Tuscolo nella zona verde di Grottaferrata, dove è andato in fumo anche un allevamento di api.  Sempre stanotte sulla vetta del Monte Fiore i volontari della protezione civile di Rocca Priora, intervenuti con i vigili del fuoco, hanno trovato anche due inneschi tra i cespugli fatti con una busta di candele accese e parecchia paglia per alimentare le fiamme. Sul posto anche la sindaca di Rocca Priora Anna Gentili e i carabinieri della stazione locale che hanno avviato le indagini. La zona verde del Parco Regionale e dei Pratoni del Vivaro a cavallo tra i comuni di Rocca di Papa, Velletri, Rocca Priora, Grottaferrata, Monteporzio, Montecompatri e Frascati come ogni anno è sotto attacco di mani senza scrupoli che danno fuoco ai boschi.

Foto Luciano Sciurba

© RIPRODUZIONE RISERVATA