All'Hospice Antea musicoterapia per aiutare i pazienti

Venerdì 14 Giugno 2019
1
La musica aiuta i pazienti ad affrontare i momenti più difficile e il disagio causato dalle terapie. Succede all'hospice Antea di Santa Maria della Pietà, dove ormai da un anno ogni mercoledì si segue un percorso legato alla musicoterapia. Spiegano all'Hospice Antea: «Il servizio è opzionale, viene proposto in forma individuale ed è stato accolto in maniera assai positiva e propositiva dai pazienti con interventi sia individuali che di gruppo. Le sessioni di musicoterapia sono aperte a tutti gli ospiti dell’hospice che spesso hanno scelto di partecipare con i volontari del Centro Antea. Tutti ne hanno tratto grande giovamento. Il mercoledì ognuno sceglie di stare con la propria colonna sonora. Si va dal repertorio di Claudio Villa alle improvvisazioni tipiche del jazz». 

Nell’hospice Antea, il servizio è curato da Maria Teresa Palermo, professionista della musicoterapia dal 2001 e specializzata nelle sue applicazioni in area oncologica e delle cure palliative.

«La musicoterapia è un percorso terapeutico che si differenzia dal semplice ascolto musicale perché vengono tenuti in considerazione i bisogni specifici del paziente e la sua condizione generale, fisica, cognitiva, psicologica e spirituale. L’ascolto guidato può aiutare la memoria e migliorare il tono generale dell’umore. La musica, grazie ai suoi parametri fisici di regolarità (pulsazioni, onde, frequenze), tende ad una riarmonizzazione generale dell’organismo. È un sostegno e un diversivo per le lunghe giornate di degenza. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La generazione che snobba i motorini e pure i bolidi

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma