Roma, rischio processo per Castellino, leader di Forza Nuova: «Truffa sanitaria per i gluten free taroccati»

Mercoledì 9 Gennaio 2019
Rischio processo, per l'accusa di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione e truffa al sistema sanitario nazionale, per Giuliano Castellino, esponente di Forza Nuova, coinvolto in una indagine relativa a «buoni» taroccati per acquistare cibo gluten- free. La Procura di Roma ha proceduto alla chiusura delle indagini, atto che di norma precede la richiesta di rinvio a giudizio.

Per questa vicenda Castellino, denunciato nei giorni scorsi per una aggressione ai danni di due giornalisti dell'Espresso, nel luglio scorso finì ai domiciliari. Insieme a Castellino, considerato dagli inquirenti coordinati dall'aggiunto Paolo Ielo come «promotore dell'associazione», rischiano di finire sotto processo altre 7 persone tra cui Giorgio Mosca, 59 anni, titolare di punti vendita di integratori alimentari per soggetti affetti da celiachia.

In base all'impianto accusatorio gli indagati avrebbero falsificato migliaia di buoni per ottenere il cibo senza glutine e truffando così le casse della sanità nazionale. Nei confronti degli indagati contestati anche, a vario titolo, i reati di falso, riciclaggio e autoriciclaggio. Ad allertare i carabinieri del Nas i dirigenti di quattro diverse Aziende sanitarie locali alla luce dei documenti palesemente falsi consegnati dagli indagati.
© RIPRODUZIONE RISERVATA