ROMA

Case, barche e terreni anche all'estero: maxisequestro da 390 milioni all'imprenditore De Pierro

Giovedì 27 Giugno 2019
La Guardia di finanza di Roma sta sequestrando beni, per un valore complessivo di oltre 390 milioni di euro, all'imprenditore Giovanni De Pierro attivo nei settori della compravendita di immobili, del commercio di autoveicoli, delle pulizie industriali, della gestione di servizi alle imprese e dei cantieri della nautica da diporto.
Nel dettaglio sono stati confiscati: il patrimonio aziendale di 83 società con sedi a Roma, Napoli, Milano, Regno Unito, Lussemburgo, Costa Rica, Isole Vergini Britanniche e Repubblica di Panama; le quote di 6 società, con sedi nelle province di Roma, Latina e Livorno; 64 immobili e 48 terreni, ubicati nelle province di Roma, Milano, Isernia, Frosinone, Sassari, Oristano, Livorno, Siena e Latina; 37 autoveicoli; 1 natante modello Cayman 52, imbarcazione di circa 15 metri e del valore di 200mila euro; oltre 18 milioni di euro tra rapporti bancari, postali, assicurativi e azioni. 


Le indagini, informa un comunicato della GdF, hanno consentito di accertare l'esistenza di un gruppo a struttura piramidale, con a capo De Pierro che, mediante l'uso di numerose aziende, amministrate da prestanome, era riuscito, sia ad assicurarsi un gran numero di appalti pubblici, soprattutto nel settore dei servizi di pulizia e facchinaggio, sia a sottrarsi al pagamento di grossi debiti nei confronti dell'erario, dell'Inps, dell'Inail e di enti locali.
La sproporzione tra le ricchezze accumulate e i redditi dichiarati, unitamente alla «pericolosità sociale» del protagonista della vicenda, hanno consentito di pervenire, dapprima, al sequestro dei predetti beni, eseguito nel 2014 e, poi, alla confisca di primo grado alla fine del 2016. I militari del Comando provinciale stanno eseguendo adesso il decreto di confisca emesso dalla Sezione specializzata misure di prevenzione del locale Tribunale, confermato, per la quasi totalità dei beni, dalla Corte di Appello capitolina e divenuto definitivo a seguito della pronuncia della Corte di Cassazione.
Ultimo aggiornamento: 11:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Traffico e sveglie all’alba: cosa non ci manca dell’uscire di casa

di Veronica Cursi