Roma, rogo alla Garbatella: via al restauro Ater degli appartamenti distrutti

Domenica 27 Dicembre 2020 di Alessia Marani
La palazzina dove è esploso l'incendio

Partiranno già questa mattina i lavori per la ristrutturazione dell'edificio Ater della Garbatella in parte seriamente danneggiato dall'incendio della mattina di Santo Stefano. Sono tre gli appartamenti dichiarati inagibili dai vigili del fuoco al civico 13 di una delle storiche palazzine del quartiere in via Sant'Adautto. I tecnici dell'Ater che già all'alba di sabato erano accorsi ripristinando immediatamente la corrente per gli inquilini dell'ala rimasta agibile e puntellando le abitazioni coinvolte nel rogo, torneranno dunque per dare il via ai cantieri che, si ipotizza, dureranno circa tre mesi. Intanto le tre famiglie costrette a lasciare gli alloggi hanno trovato sistemazione presso dei familiari, rinunciando, almeno per il momento, a una sistemazione provvisoria offerta dall'azienda per le case popolari a Tor Marancia.

Roma, appartamento in fiamme. Sei intossicati

Una anziana, invece, non autosufficiente, si trova ricoverata in ospedale per cure mediche specifiche. Le fiamme sarebbero divampate proprio dalla sua abitazione, forse a causa di un corto circuito innescato dalle luminarie natalizie. Alla Garbatella, a settembre, erano già partiti i lavori  su 5 lotti dove Ater sta rifacendo completamente i tetti, gli infissi, le facciate e le porte interne degli edifici, con interventi di riqualificazione per un milione di euro. In occasione del centenario del quartiere, poi, erano stati rifattii i muretti, restaurate le parti comuni e alcune piazze. Via Sant'Adautto non rientrava in questi programmi. Ora, approfittando sempre del bonus del 110 per cento sulle ristrutturazioni in chiave green, Ater provvederà anche al restauro al civico 13.  Operazioni seguite direttamente dal dg Andrea Napoletano. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA