Ruba strumenti musicali da 15mila euro, ma le impronte digitali lo "tradiscono". Arrestato 28enne

Sabato 11 Gennaio 2020
Ruba strumenti musicali da 15mila euro, ma le impronte digitali lo
Aveva sfondato il finestrino del furgone per rubare tutti gli strumenti musicali e computer, un bottino da 15mila euro. Pensava di averla fatta franca, a Torpignattara, ma invece è stato identificato dalle impronte digitali rinvenuto sul mezzo e fatte analizzare dalla polizia. E' finito in mmanette così un cittadino originario della Bosnia Erzegovina di 28 anni.

Dalle impronte digitali gli agenti di polizia del commissariato di Torpignattara diretti da vice questore Giuseppe Amoruso sono risaliti all'autore del furto di strumenti musicali avvenuto il 23 maggio 2019 a Roma quando il ignoti danneggiarono il finestrino di un furgone cabinato, impossessandosi di beni presenti all'interno dello stesso, tra cui strumenti musicali e computer per un valore di circa 15mila euro. Sul luogo del furto gli investigatori sono risaliti, tramite le impronte digitali, rilasciate sul mezzo, all'atto del furto, ad identificare uno degli autori del reato, un cittadino originario della Bosnia Erzegovina di 28 anni. Il malvivente è stato tratto in arresto dagli investigatori, rintracciato presso il campo nomadi di via Salviati e su disposizione dell'Autorità Giudiziaria condotto presso la casa circondariale Regina Coeli.
© RIPRODUZIONE RISERVATA