Fregene, nella pineta di Fellini ​torna l'altalena dello Sceicco bianco

Fregene, nella pineta di Fellini torna l'altalena dello Sceicco bianco
di Fabrizio Monaco
3 Minuti di Lettura

Il progetto è pronto. La riqualificazione dell’Area Federico Fellini della Pineta ora può partire. «Il definitivo è approvato – spiega il vicesindaco Ezio Di Genesio Pagliuca – abbiamo i fondi necessari, 350 mila euro da spendere subito. Il procedimento autorizzativo sarà presto concluso e in primavera contiamo di far partire i lavori. Per la prossima estate Fregene riavrà il Parco Fellini tutto nuovo». Non solo illuminazione, panchine, fontanelle, attrezzature, ma una nuova concezione che mira a restituire centralità alla Pineta. Una piazza - giardino dove fare sport e fitness, giocare, studiare. Passeggiare nella natura ma anche fermarsi, visitare l’area museale, sostare nell’area ristoro provvista di bagni pubblici, con comode sedute, collegamento Wi-Fi con tanto di postazioni per la ricarica dei dispositivi, telecamere per la sicurezza e contro gli atti vandalici.

«Una Pineta secolare che diventa “smart” – aggiunge il vicesindaco – al servizio delle famiglie, quella piazza centrale da sempre mancante a Fregene e che sarà una delle più belle di tutto il litorale romano». Ci saranno tanti percorsi diversi, tutti illuminati, per sportivi, famiglie e amanti della natura con utilizzo di mappe e cartellonista. Sono previste sei diverse aree di interesse, la 1 proprio, all’ingresso di via Portovenere, è la museale, recuperando i tronchi di alberi abbattuti verranno realizzate sculture a tema cinematografico. La Pineta, intitolata a Federico Fellini, rappresenta un simbolo per il cinema italiano e fu set di capolavori come “Lo Sceicco bianco” o “Giulietta degli spiriti”. Così su ogni tronco verrà scolpito il volto di dieci tra registi, attori che hanno segnato la storia di Fregene. «Un parco museale a tema unico nel suo genere – rivela l’assessore all’Ambiente Roberto Cini – È già stato individuato un’artista di fama nazionale, Andrea Gandini, che ha realizzato oltre 54 sculture su tronchi solo a Roma e ha lavorato per diversi Enti pubblici. Inoltre sarà ripristinata l’altalena de “Lo Sceicco Bianco”, quella cavalcata nel film da Alberto Sordi». Le aree 2 e 5 saranno riservate ai bambini con giochi in legno capaci di integrarsi nell’ambiente. La 3 è quella ristoro per pic-nic, con bagni pubblici, tavoli e panche dove poter sostare, rilassarsi, con spazi dedicati alla lettura. La 4 sarà l’area fitness con attrezzature dedicate agli sportivi. 

Mercoledì 18 Novembre 2020, 10:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA