CORONAVIRUS

Frascati, nuova rissa durante la movida senza distanze in Centro: fermati undici giovani

Lunedì 1 Giugno 2020 di Luigi Jovino
I carabinieri in Centro a Frascati dopo la rissa tra giovani
Movida violenta: ancora una rissa a Frascati. Adesso la città ha paura. Dopo le incursioni notturne, le scazzottate e gli atti di vandalismo compiuti la settimana scorsa da bande di giovani, che tanto clamore hanno suscitato, sabato sera ci sono stati nuovi incidenti e scontri. Due gruppi di ragazzi, a Frascati verso le ore 22 in piazza Paolo III, nel cuore del centro storico di fronte ai locali della movida, si sono pericolosamente fronteggiati creando notevole apprensione tra le persone presenti. I titolari dei locali, preoccupati, hanno subito chiamato le forze dell’ordine, allertate e potenziate dalla prefettura di Roma dopo gli incidenti della scorsa settimana. Sul posto, quindi, sono intervenute prontamente tre pattuglie dei carabinieri della Stazione di Frascati, alcuni agenti della Polizia locale, che avevano prolungato l’orario di servizio, e in appoggio anche una volante della Polizia di Stato. Per fortuna la rissa è stata sedata sul nascere.
I giovani responsabili di questo episodio provenienti da Frascati, Rocca di Papa, Grottaferrata, San Cesareo e Roma sono stati fermati e portati in caserma. Dopo aver accertato i fatti, le forze dell’ordine hanno identificato e denunciato a piede libero per rissa e lesioni 11 giovani, di cui 8 minorenni. 3 ragazzi protagonisti degli incidenti hanno avuto la peggio e sono dovuti ricorrere alle cure ospedaliere per contusioni e ferite varie. Da considerare, che solo una settimana fa, Roberto Mastrosanti, sindaco di Frascati, dopo gli ennesimi atti di vandalismo , aveva emesso ordinanze che vietano l’asporto di cibi e bevande e lo stazionamento di gruppi di persone nelle piazze e nelle strade dopo le ore 23,00. La settimana prima della data del lock-down il sindaco era già dovuto intervenire con un’altra ordinanza anti movida per scoraggiare le comitive più violente. La rissa di sabato sera ha assunto per la reiterazione quasi il valore di una provocazione. Sulle iniziative da prendere per fermare questa spirale di violenza stanno discutendo le forze politiche presenti in consiglio comunale a Frascati e le stesse associazioni di categoria.
I titolari dei locali pubblici hanno anche che purtroppo in alcuni esercizi si somministrano alcolici anche ai giovanissimi a basso prezzo, che molto spesso rendono gli animi più esagitati. «Molti residenti del centro storico - dice Enrico Pausilli, presidente dell’Unione Imprese di Frascati - hanno confessato di aver paura quando attraversano le strade per tornare a casa, specialmente di notte. Tante persone, inoltre, ci hanno chiesto di fare qualcosa e noi pensiamo che solo cono un presidio fisso di controllo si potrà sconfiggere questa piaga». Roberto Mastrosanti, sindaco del comune di Frascati, risentito per gli incidenti accaduti: «Ringrazio il Prefetto e le forze dell’ordine - dice - che hanno stroncato sul nascere una rissa che poteva creare gravi problemi. Il presidio di vigilanza predisposto sul luogo ha funzionato». Il vicesindaco Gori: «Con l’aiuto delle categorie produttive riusciremo a vincere anche questa battaglia». © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani