FASE 2

Fase 2 Roma, riaprono i negozi: orari scaglionati e lista clienti per 30 giorni

Lunedì 18 Maggio 2020 di Camilla Mozzetti e Francesco Pacifico

Ristoranti e bar con servizio al bancone e al tavolino, negozi di abbigliamento, acconciatori, artigiani, mercatini, uffici che erogano servizi. Oggi parte - con orari e modalità diversi - la fase 2 del commercio. Il governatore Nicola Zingaretti, che 48 ora fa ha firmato l'ordinanza sulle riaperture, si è mostrato prudente più prudente del governo: la distanza minima (per quanto consigliata) passa da un metro al metro e mezzo, il registro delle prenotazioni va mantenuto un mese e non 14 giorni, si resta nei negozi lo stretto necessario, non si va dal barbiere accompagnati, si sale negli alberghi in ascensore da soli, non può lavorare chi ha più di 37,5 gradi di temperatura. Ieri, non a caso, ha richiamato a «maggiore attenzione», perché «il coronavirus è attivo e in circolazione.

Fase 2 Roma, primo giorno di riaperture: file in metro e poche distanze

MASCHERINE E NUMERO CHIUSO
In tutte le strutture obbligo di mascherina, contingentamento dei clienti, igienizzazione dei locali, gel idroalcoolico per tutti. Per gli orari - tranne che per supermercati, farmacie o aree di servizio - valgono le disposizioni del Comune. Il Campidoglio, per limitare traffico ed evitare assembramenti, ha scaglionato l'avvio delle attività. Per gli alimentari apertura tra le 7 e le 8, chiusura alle 15 o alle 21.30. Per gli artigiani e servizi s'inizia tra le 9.30 e le 10, stop alle 19. I negozi non alimentari, phone center, parrucchieri ed estetisti partono tra le 11 e le 11.30, si fermano tra le 19 e le 21.30

Ultimo aggiornamento: 09:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani