ROMA

Roma, evade dai domiciliari e si consegna alla polizia: «Meglio in carcere che con mia moglie»

Giovedì 3 Ottobre 2019
Evade dai domiciliari e si consegna alla polizia: «Meglio in carcere che con mia moglie a casa».
«Meglio il carcere che stare a casa con mia moglie». È disperato O. A., 49enne romano che ieri si è presentato in commissariato, evadendo dagli arresti domiciliari, supplicando gli agenti di essere portato in cella. L'uomo sostiene di dover affrontare continui litigi con la moglie nonostante si impegni nelle faccende domestiche. «Faccio tutto: lavo, stiro, ma tutto quello che succede in casa è sempre colpa mia», avrebbe ripetuto agli agenti della polizia di Stato del commissariato Colombo. Arrestato per evasione e giudicato non punibile per particolare tenuità del fatto, la richiesta del 49enne è stata accolta: sarà trasferito presso una associazione onlus.
  Ultimo aggiornamento: 16:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Vacanze studio all’estero: «Ciaone» e zero contatti

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma