ROMA

Cristoforo Colombo, non ci sono soldi per potature e radici: ristretta la carreggiata

Martedì 15 Gennaio 2019 di Mirko Polisano
Cristoforo Colombo, non ci sono soldi per potature e radici: ristretta la carreggiata
Si prospetta un'estate in coda sulla Cristoforo Colombo per i romani che vorranno recarsi alle spiagge di Ostia. Sono partiti nei giorni scorsi i lavori per il restringimento della carreggiata laterale dell'importante arteria che collega la Capitale al mare. Dopo le prove tecniche delle settimane scorse, ieri mattina i macchinari della ditta appaltatrice sono entrati in azione per disegnare la segnaletica orizzontale che impedisce il transito sulla parte della carreggiata accanto agli oleandri da potare e dove sono presenti buche e avvallamenti provocati dalle radici. 

I motivi
Dunque, piuttosto che tagliare gli oleandri o sistemare il manto stradale, l'amministrazione M5S del X Municipio e il Campidoglio preferiscono semplicemente dimezzare la carreggiata, definendo la nuova segnaletica orizzontale. Nessun intervento straordinario previsto su una strada dove si continua a morire. Quei 27 chilometri che uniscono Roma al litorale assomigliano sempre di più a una roulette russa, mentre le amministrazioni restano a guardare. «Sono decenni ormai - dice Giosuè Mirizio, presidente del comitato di quartiere Infernetto Sicuro - che chiediamo un intervento vero sulla strada. La scelta di ridimensionare la carreggiata piuttosto che tagliare le siepi è assurdo. Si risparmiano soldi sulla vita della gente: non è questo il metodo per operare sulle strade. Fuori senso». Sul piede di guerra anche i residenti dei quartieri a ridosso della Colombo. «È l'ennesimo scempio di questa amministrazione - dice Fabio Pulidori, presidente del consorzio di Casal Palocco - che pensa a tutelare solo se stessa come è accaduto con il posizionamento dei cartelli con il limite di velocità a 30 chilometri orari, pur di non riparare le nostre arterie e non avere responsabilità in caso di incidenti. Purtroppo, il fondo è stato toccato con questo restringimento. Non osiamo immaginare cosa possa significare percorrere questo tratto in estate con il pesante flusso di traffico di auto in arrivo da Roma. Non possiamo pensare che non ci siano altre soluzioni alternative. A questo punto siamo seriamente preoccupati». 

Le reazioni
«I lavori che di fatto ristringono la carreggiata a una corsia sulla laterale della Colombo ci destano serie perplessità - dice Mariacristina Masi, capogruppo FI in X Municipio - Abbiamo presentato una interrogazione in Municipio e una in Assemblea Capitolina per sapere come l'amministrazione intenda procedere per la viabilità della Colombo. L'intenzione è forse quella di creare una fila indiana a 50 all'ora questa estate? Attendiamo risposte e non ci accontenteremo della solita scusa addotta sui provvedimenti provvisori in vista della manutenzione». «Continua la mala gestione a 5 stelle che riduce la viabilità piuttosto che risolvere i problemi - aggiunge Monica Picca, capogruppo FdI in X - come FdI abbiamo chiesto a tutti i livelli che più poteri vengano dati a Roma Capitale. Senza programmazione non si va da nessuna parte e tutto, poi, a danno dei cittadini».

La replica
«La decisione - spiegano dal X Municipio - è stata presa dal Dipartimento Simu di Roma Captiale, anche se la determina è stata firmata dalla polizia di Roma Capitale del X Gruppo Mare. Ricordiamo che sono stati stanziati 6 milioni di euro proprio per il rifacimento del manto stradale della corsia centrale della Colombo in direzione Ostia».  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Che cosa fa litigare i negozianti e i padroni dei cani

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma