COVID

Roma, addio ad Alvaro Rossi, l'infermiere del S. Camillo morto di Covid: le sirene delle ambulanze scortano la bara

Martedì 29 Dicembre 2020 di Alessia Marani
Santa Maria Liberatrice

Tutta Testaccio si ferma, piazza Santa Maria Liberatrice è come congelata in questa fredda mattina di inverno. Sul piazzale della chiesa arriva il feretro con la salma di Alvaro Rossi, l'infermiere del 118 di 61 anni che la sera di Natale è morto nella terapia intensiva del San Camillo, stroncato dal Covid. Lui che tra pochi giorni appena, con l'anno nuovo, sarebbe andato finalmente in pensione dopo tanti anni sulla strada per dedicarsi completamente alle due figlie, cresciute da solo dopo che rimase vedovo, e il nipotino. Invece, anche lui non ce l'ha fatta a superare questo 2020 funesto.

Roma, Monteverde in lutto per Alvaro: l'infermiere del 118 stroncato dal Covid: «Il 2 gennaio sarebbe andato in pensione»

Il sagrato è colmo di amici e colleghi, molti nella tuta arancione e gialla indossata dagli "angeli" del soccorso di emergenza. Sulla piazza sono schierate anche le ambulanze. «Con Alvaro ho trascorso fianco a fianco gli anni più intensi e coinvolgenti del servizio - racconta di lui Ermanno, che ora lavora sui mezzi del trasporto organi - è stato un compagno di vita e di avventura, per 17 anni, vero, sincero e leale. Per tutti noi è un grande dolore». Dai balconi in tanti si affacciano per un ultimo saluto, anche chi non lo conosceva personalmente, si ferma e recita una preghiera. «Questa malattia ci ha sconvolti, ma la vinceremo», aggiunge una collega. Lacrime e parole di affetto e amore in chiesa. Quando la bara di Alvaro esce fuori, a darle l'ultimo saluto sono le sirene delle "sue" ambulanze. Lo accompagneranno nell'ultimo viaggio. Il Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche, intanto, ha chiesto all'azienda Ares 118 di ricordare l'infermiere scomparso intitolandogli l'aula della formazione o spazi comuni presso la postazione "051" del San Camillo. Nella notte, inoltre, è morto un altro infermiere del 118 in servizio alla postazione di Ardea, Alessandro Mercuri. Aveva sessant'anni. Intanto casi positivi si segnalano alla postazione di Ostia.

 

 

Ultimo aggiornamento: 17:26 © RIPRODUZIONE RISERVATA