Covid Lazio, bollettino di oggi 11 marzo 2021: 1.800 casi (a Roma 841) e 16 morti. D'Amato: «Rt a 1.3, la zona rossa scatta da 1.25»

Covid Lazio, bollettino di oggi 11 marzo 2021: 1.800 casi (a Roma 841) e 16 morti. D'Amato: «Rt a 1.3, la zona rossa scatta da 1.25»
5 Minuti di Lettura
Giovedì 11 Marzo 2021, 18:05 - Ultimo aggiornamento: 18:55

Covid Lazio, il bollettino di oggi 11 marzo 2021: sono 1.800 i nuovi casi (a Roma 841) e 16 morti. «Il valore Rt è a 1.3 la zona rossa è possibile per il superamento del valore 1.25, anche se l'incidenza è sotto soglia e anche i tassi di occupazione dei posti letto sono entro la soglia di allerta», dice l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato

Covid, il bollettino di oggi 11 marzo: 25.673 casi e 373 morti. Tasso positività al 6.9%. Abruzzo e Campania, boom terapie intensive

Terapie intensive, quattro regioni vicine al picco dei ricoveri. In Campania situazione critica

I dati

Su oltre 16 mila tamponi nel Lazio (+884) e oltre 22 mila antigenici per un totale oltre di 39 mila test, si registrano 1.800 casi positivi (+146), 16 i decessi (-6) e +1.322 i guariti. Aumentano i casi e i ricoveri, mentre diminuiscono i decessi e le terapie intensive. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 10%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende al 4%.

I casi a Roma città sono a quota 800. Il valore Rt è a 1.3 la zona rossa è possibile per il superamento del valore 1.25, anche se l’incidenza è sotto soglia e anche i tassi di occupazione dei posti letto sono entro la soglia di allerta.

Nella Asl Roma 1 sono 432 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Diciannove casi sono ricoveri. Si registrano tre decessi con patologie.

Nella Asl Roma 2 sono 307 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Sono novantasette i casi su segnalazione del medico di medicina generale. Si registra un decesso con patologie.

Nella Asl Roma 3 sono 102 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Un caso è un ricovero. Si registrano tre decessi con patologie.

Nella Asl Roma 4 sono 134 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano due decessi con patologie.

Nella Asl Roma 5 sono 131 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso con patologie.

Nella Asl Roma 6 sono 188 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso con patologie.

Le province

Nelle province si registrano 506 casi e sono cinque i decessi nelle ultime 24h.

Nella Asl di Latina sono 150 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano due decessi di 85 e 87 anni con patologie.

Nella Asl di Frosinone si registrano 253 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano due decessi di 74 e 88 anni con patologie.

Nella Asl di Viterbo si registrano 28 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto.

Nella Asl di Rieti si registrano 75 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 74 anni con patologie.

Lazio verso la zona rossa

 

Con un valore Rt salito a 1.3, dunque, il Lazio da zona gialla va verso il passaggio diretto alla zona rossa. Già stamattina l'Unità di Crisi regionale per il Covid 19 aveva lanciato l'allarme: «I dati del contagio sono in aumento e raggiungono i livelli di due mesi fa, con un trend di crescita rispetto alle due settimane precedenti. Lo scenario è previsto in netto peggioramento, bisogna mantenere altissimo il livello di guardia».

«Non è possibile concedersi nessuna distrazione - ha sottolineato l'Unità di Crisi - il virus con le sue varianti sta riprendendo vigore, la priorità è quella di interrompere ora la catena di trasmissione». E intanto proseguono le vaccinazioni anti-Covid. Nel Lazio si viaggia ad una media di oltre 20 mila somministrazioni al giorno.

«Oggi supereremo la quota delle 625 mila vaccinazioni somministrate che rappresentano oltre il 10% della popolazione - ha sottolineato D'Amato -. Superata la quota delle 205 mila vaccinazioni over 80 che rappresentano il 65% delle persone prenotate over 80. Al via a mezzanotte le prenotazioni per la vaccinazione anti-Covid per 75enne e 74enni (ovvero i nati 1946 e 1947) e dalle ore 00.00 di lunedì per gli anni 73-72 (ovvero i nati nel 1948 e 1949)». «In costante crescita la vaccinazione dai medici di medicina generale - ha evidenziato l'assessore -. Raggiunte le 42 mila dosi e sono oltre 2.057 i medici già attivi nella campagna e che hanno ritirato almeno una fiala dei vaccini presso le farmacie delle asl. Siamo la regione che ha vaccinato più anziani».

© RIPRODUZIONE RISERVATA