Covid e crisi, allarme di Confesercenti: «Già 18mila attività hanno chiuso nel Lazio. L'80% a Roma»

Covid, allarme di Confesercenti: «18mila attività hanno chiuso nel Lazio. L'80% a Roma»
3 Minuti di Lettura
Domenica 24 Gennaio 2021, 12:31

Tra nuove restrizioni, le chiusure legate al Covid e il maltempo, ben 18mila attività hanno chiuso i battenti nel Lazio. L'80% di queste solo a Roma. L'allarme arriva da Valter Giammaria, presidente di Confesercenti Roma che ha dichiarato: «La situazione è molto critica registriamo cali dal 50 al 70% nelle vie del centro storico a Roma e anche in provincia, ma se gli acquisti vanno male anche nel periodo dei saldi che fai? Chiudi».

 

Sono infatti proprio i saldi invernali che - a causa delle nuove norme - hanno registrato un vero e proprio crollo: anche nei weekend. Il calo delle vendite scontate, quest'anno, si attesta tra -30% e -40% a livello nazionale, con punte del -60 e -70% nelle grandi vie dello shopping a Roma e Milano.

Covid Lazio, bollettino oggi 23 gennaio: 1.297 contagi (628 a Roma) e 42 morti. Giù ricoveri e terapie intensive

Covid, pressing dei ristoranti sul governo: «Siamo al collasso, tessera vaccinale per riaprire»

Le nuove chiusure, legate alla pandemia da coronavirus, hanno colpito maggiormente il settore dell'abbigliamento e delle calzature. La causa è legata - secondo Giammaria -  all'«incertezza dovuta alle zone rosse, arancioni e gialle ma anche i provvedimenti comunali ostacolano il commercio. Ad esempio, proprio oggi che non c'è la Ztl ci si sposterà con maggiori difficoltà per la Domenica ecologica. E per non parlare della crisi che stanno attraversando bar e ristoranti. Sembrano misure fatte apposta per affossare il commercio di vicinato…siamo esausti!», queste le parole del presidente di Confesercenti. Che poi ha concluso: «Generalmente gli incassi provenienti dai saldi rappresentano il 30 e 35% delle vendite di un anno», e ora si aggiunge il fattore maltempo che certo non aiuta».

Covid Roma, effetto virus fino a primavera: chiudono altre 16mila attività commerciali. A rischio 44mila posti di lavoro

© RIPRODUZIONE RISERVATA