COVID

Covid, assembramenti e violazioni delle norme anti-contagio: chiusi locali a Trastevere e a piazza Istria

Domenica 13 Settembre 2020
Covid, assembramenti e violazioni delle norme anti-contagio: chiusi locali a Trastevere e piazza Istria

Alla vigilia della riapertura delle scuole, siamo ancora così: assembramenti e mancato rispetto delle norme anti Covid: locali chiusi a Trastevere e a piazza Istria durante i controlli dei Carabinieri di Roma nei luoghi della movida romana, finalizzati alla prevenzione di eventuali fenomeni di illegalità e di degrado e alla verifica del rispetto delle prescrizioni dettate dalla normativa «anti-Covid».

Trastevere senza pace, la rissa per un monopattino finisce a bottigliate

Covid, duemila negazionisti a Roma senza mascherina. Speranza: «Piazza che fa paura»

Scuola, a Roma ecco i vigili anti-assembramenti davanti all'ingresso

I militari della Compagnia Roma Trastevere, nella notte, hanno passato al setaccio le vie e le piazze dello storico quartiere, cuore pulsante della movida della Capitale: in via della Scala, i Carabinieri hanno trovato assembramenti sia all'interno che all'esterno di un pub. Durante il controllo, inoltre, l'attività è risultata inottemperante alle misure previste dal protocollo «anti-Covid», motivo per cui nei confronti del gestore è stata elevata una sanzione amministrativa di 400 euro e l'attività è stata chiusa per 3 giorni. Nell'ambito delle attività di controllo sono state identificate complessivamente 185 persone. Analoghi controlli sono scattati nella zona di piazza Istria dove i Carabinieri della stazione Roma viale Eritrea hanno notato un assembramento di fronte ad un bar. Il gestore è stato sanzionato per 280 euro per la mancata regolamentazione dell'afflusso nell'area di vendita e il locale è stato chiuso per 2 giorni. Identificate e sanzionate anche 8 persone per il mancato distanziamento sociale.
 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA