CORONAVIRUS

Coronavirus Ostia, viola i divieti per spacciare: denunciato uno Spada

Lunedì 20 Aprile 2020 di Mirko Polisano
Ostia, viola i divieti per spacciare: denunciato uno Spada

Aveva violato i divieti di circolazione imposti dall'emergenza del coronavirus per spacciare, ma è stato fermato dalla polizia di Ostia. A finire nella rete delle forze dell'ordine è stato Vincenzo Spada, classe 1982 e figlio del boss "Pelè", morto nell'estate del 2016 e capo dell'organizzazione criminale fin dagli anni'80. 

Cocaina e hashish per l'emergenza: 21enne in manette

Coronavirus, «Consegna a domicilio», ma invece della pasta portano cocaina. Arrestata coppia di pusher

Il 38enne, con una serie di precedenti penali alle spalle, è stato individuato mentre si aggirava per piazza Gasparri, feudo del clan, con alcuni grammi di hashish. Alla vista degli agenti del commissariato Lido ha tentato la fuga. Prima rifugiandosi nel portone di uno dei palazzi e, infine, nascondendosi in alcuni garage sotterranei, da sempre "bunker" delle cosche del litorale romano. I poliziotti, guidati dal dirigente Eugenio Ferraro, sono riusciti però a braccarlo. 

Spada ha anche tentato di disfarsi del panetto di hashish, abbandonandolo su un muretto, ma la scena non è passata inosservata agli agenti che lo hanno fermato e denunciato. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA