CORONAVIRUS

Coronavirus, a Roma 65 nuovi casi, nessun morto: ma è allarme case di riposo. Lazio, secondo tasso di letalità più basso d'Italia

Giovedì 16 Aprile 2020
Coronavirus, a Roma 65 nuovi casi, nessun morto: è allarme case di riposo. Nel Lazio 147 nuovi positivi e 5 decessi

Coronavirus, a Roma oggi giovedì 16 aprile 2020 sono stati registrati 65 nuovi casi, nessun morto. Ma è allarme case di riposo. Nel Lazio sono 147 nuovi positivi e 5 decessi, come comunicato dalla pagina Facebook dell'Assessorato alla Sanità della Regione Lazio. Nella città di Roma, dunque, i casi sono 65, dato che sale a 129 per quanto riguarda l'intera provincia.

SCHEDA CORONAVIRUS – 5.380 casi positivi di cui 197 in terapia intensiva – 920 guariti – 316 deceduti
ROMA E PROV. – 3.535 casi positivi
ASL LATINA – 453 casi positivi
ASL FROSINONE – 574 casi positivi 
ASL VITERBO – 387 casi positivi 
ASL RIETI – 431 casi positivi

Coronavirus, quando si potrà viaggiare? Dal mare agli aerei, ecco cosa succederà (non prima di luglio)

«Dio è più grande del virus», morto il vescovo che rifiutò l'isolamento per continuare a predicare

Coronavirus, da Papa Francesco lettera allo Spallanzani: «Grazie, solo insieme possiamo farcela»

I dati molto alti a Roma e provincia sono dovuti ad alcuni cluster, come la Rsa Longoni e di villa Fulvia (Roma) e la casa di riposo di Campagnano. Tre decessi in provincia di Roma, due uomini di 82 e 86 anni e una donna di 94. Negativo a due tamponi il primario dell'ospedale di Palestrina.

I dati delle altre province del Lazio. A Viterbo 6 nuovi casi positivi, proseguono i controlli su case di riposo e RSA; a Rieti anche oggi nessun nuovo positivo, ma un decesso, un uomo di 62 anni con precedenti patologie. A Latina 5 nuovi casi e un morto, un uomo di 78 anni, infine a Frosinone i nuovi positivi sono 8 con zero decessi.

Nel Lazio, comunque, sono 46 i pazienti guariti nelle ultime 48 ore: 920 in totale dall'inizio dell'epidemia».

Ha detto l'assessore regionale del Lazio alla Sanità Alessio D'Amato: "Lazio e Veneto sono le regioni italiane che hanno il più basso tasso di letalità. La percentuale dei decessi rispetto al totale dei positivi nel Lazio è pari a 5,6%, in Veneto al 6,1%. Un tema che deve far riflettere", in quanto la mortalità, in caso di contagio, è di 2/3 volte inferiore rispetto a cittadini di Lombardia, Liguria, Marche ed Emilia Romagna. "Il Lazio è la seconda Regione per numero di tamponi sui positivi. Ne abbiamo fatti a ieri 75.000 ma si può certamente migliorare. Il 93% ha dato esito negativo", ha spiegato D'Amato ricordando "che è stata aumentata anche la platea dei laboratori". "Finché non ci sarà il vaccino, nulla potrà tornare come prima", ha poi detto D'Amato, a giudizio del quale nell'ordine di una convivenza con il virus, bisogna domandarsi "quanto questo abbia circolato rispetto al grado di conoscenza che abbiamo, ovvero i positivi, e l'indagine sierologica serve proprio a questo". I test molecolari e sierologici per estrazione venosa somministrati finora hanno dato "una bassissima circolarità del virus, nell'ordine dell'1-1,5%". La platea iniziale interessata ai test sierologici, ha ribadito, comprende 300.000 persone, a partire dalle forze dell'ordine. "L'indagine su una platea così ampia servirà a confermare o meno la bassa circolarità del virus nel Lazio, stimata appunto intorno all'1-1,5%". A che punto siamo? "Siamo in attesa della definizione tecnica del Cts" sui test. "Se nella giornata di domani - sottolinea D'Amato - non avverrà, noi comunque andremo avanti nell'acquisizione dei 300.000 test di tipo 'Clia' ed 'Elisa' e partiremo con la somministrazione".

L'assessore alla Sanità D’Amato: «Trend al 2.85». L'assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato«Oggi registriamo un dato di 148 casi di positività e un trend al 2,8%. E’ stata costituita un’apposita Commissione regionale per svolgere gli audit di verifica del rispetto delle disposizioni impartite. Sono ad oggi 335 le strutture per anziani ispezionate su tutto il territorio. Per quanto riguarda Rocca di Papa è stato ieri diffidato il legale rappresentante della casa di cura San Raffaele perché il direttore sanitario che sta gestendo dal 1° marzo tutta questa fase risulta sprovvisto di titolo di specializzazione. Dai primi rilievi dell’audit clinico che sta svolgendo la Asl Roma 6, in accordo con il Seresmi (servizio regionale sorveglianza malattie infettive – Spallanzani) emerge che le misure di prevenzione finora adottate non risultano efficaci e che non sono state rispettate le disposizioni impartite dalla Regione sin dal febbraio scorso. Questa mattina insieme al Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti abbiamo visitato il Covid Hospital di Tor Vergata per ringraziare gli operatori dello straordinario lavoro che stanno facendo. Ho inoltre eseguito sempre questa mattina un sopralluogo alla zona di alto bio-contenimento dell'Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani dove è quasi completato l'allestimento e presto ci sarà l'apertura di 20 posti letto di terapia intensiva. Si amplia la forbice tra coloro che escono dalla sorveglianza domiciliare (17.918) e coloro che sono entrati in sorveglianza (11.960) di circa 6 mila unità. Per quanto riguarda i guariti è un record saliti di 46 unità nelle ultime 24h per un totale di 920, mentre i decessi sono stati 5 e i tamponi effettuati circa 82 mila».

La situazione nelle Asl e A.O: Asl Roma 1 – 19 nuovi casi positivi. 2.167 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare, il triplo di chi ne entra. Prosegue il monitoraggio nelle RSA e case di riposo del territorio; Asl Roma 2 – 37 nuovi casi positivi di cui la maggior parte riferibili ai cluster della RSA Longoni e di Villa Fulvia. 22 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Prosegue la sorveglianza sanitaria su Villa Fulvia e altre RSA; Asl Roma 3 – 9 nuovi casi positivi di cui 4 in sorveglianza domiciliare. 2.003 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare, il triplo di chi ne entra; Asl Roma 4 – 26 nuovi casi positivi di cui la maggioranza riferibili alla casa di riposo di Campagnano. 2.625 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. In corso audit alla RSA Madonna del Rosario. In corso ulteriori sopralluoghi sulle case di riposo e RSA del territorio; Asl Roma 5 – 10 nuovi casi positivi. 2.286 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Negativo a 2 tamponi il primario dell’Ospedale di Palestrina; Asl Roma 6 – 28 nuovi casi positivi. 3 decessi: una donna di 94 anni, un uomo di 82 anni e un uomo di 86 anni. 75 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. RSA San Raffaele di Rocca di Papa: diffidato il legale rappresentante della casa di cura San Raffaele di Rocca di Papa perché il direttore sanitario che sta gestendo dal 1° marzo tutta questa fase risulta sprovvisto di titolo di specializzazione. Sono state avviate le procedure previste dalla norma che prevedono in caso di inadempienza la sospensione dell'autorizzazione. Dai primi rilievi dell’audit clinico che sta svolgendo la Asl Roma 6, in accordo con il Seresmi emerge che le misure di prevenzione finora adottate non risultano efficaci e che non sono state rispettate le disposizioni impartite dalla Regione sin dal febbraio scorso. La documentazione verrà messa a disposizione delle autorità competenti. RSA Genzano: in corso la formazione del personale; Asl di Latina - 5 nuovi casi positivi. Deceduto un uomo di 78 anni con precedenti patologie. 6.165 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare; Asl di Frosinone – 8 nuovi casi positivi. 0 decessi. 22 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare; Asl di Viterbo - 6 nuovi casi positivi. 2.493 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare. Proseguono i controlli sulle case di riposo e RSA del territorio; Asl di Rieti – non risultano nuovi casi positivi nelle ultime 48 ore. Deceduto un uomo di 62 anni con precedenti patologie. 60 le persone che sono uscite dall’isolamento domiciliare; Policlinico Umberto I – 133 pazienti ricoverati di cui 17 in terapia intensiva. 7 pazienti sono guariti; Azienda ospedaliera San Camillo - Da lunedì 20 Aprile operativo anche il turno notturno del laboratorio per il test Covid; Azienda sanitaria Sant’Andrea - 111 i pazienti ricoverati di cui 18 in terapia intensiva. 6 pazienti guariti; Azienda Ospedaliera San Giovanni - Non si registrano nuovi casi positivi in accesso al pronto soccorso nelle ultime 96 ore; Policlinico Gemelli - 168 pazienti ricoverati di cui 30 in terapia intensiva. Al Marriott Hotel 114 pazienti in isolamento domiciliare; Policlinico Tor Vergata – 6 pazienti sono guariti; Ares 118: 3 medici del 118 sono guariti. Operativo al numero verde 800.118.800 il servizio di assistenza psicologica per i cittadini; Ospedale Pediatrico Bambino Gesù - 14 ricoverati al Covid di Palidoro, di cui 8 pazienti pediatrici e 6 mamme anch'esse positive. Aggiornamento sul teleconsulto: coinvolti ad oggi circa 70 pediatri della Regione Lazio; Università Campus Bio-Medico – 24 pazienti ricoverati di cui 10 in terapia intensiva al Covid Center Campus Biomedico. 16 aprile 2020

 
 

 

 
 

Ultimo aggiornamento: 17 Aprile, 11:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA