CORONAVIRUS

Coronavirus Roma, Regione, pacchi spesa alle famiglie in crisi. «Ticket per l’emergenza»

Domenica 29 Marzo 2020 di Lorenzo De Cicco

Un pacco della spesa per le famiglie in crisi durante l’emergenza coronavirus, con buoni pasto da 5 euro al giorno (fino a 7 per i figli minorenni). E un plafond fino a 100 euro per comprare medicinali. La bozza di delibera della Regione Lazio è già pronta e martedì, dopodomani, sarà varata formalmente dalla giunta di Nicola Zingaretti. Con quell’atto saranno stanziati 20 milioni di euro per il «sostegno economico alle famiglie in situazione di contingente indigenza economica derivante dalla emergenza epidemiologica Covid-19».

Roma, effetto coronavirus sulla spesa: aumentano i prezzi nei mercati rionali

Boom di acquisti dei prodotti alimentari, Coldiretti "è spesa di guerra"

Otto milioni andranno a Roma, mentre il resto della torta, 12 milioni, sarà distribuito agli altri comuni del Lazio, in base alla popolazione residente. C’è chi riceverà nel proprio municipio un pacco della spesa e chi invece avrà in mano i ticket, due strumenti che corrono in parallelo. Di fatto, è la prima misura per andare incontro alle famiglie colpite dai risvolti economici dell’epidemia. Chi ha perso il lavoro da un giorno all’altro, chi si è visto sospendere turni e stipendio e non sa quando potrà riprendere l’attività. L’aiuto sarà rivolto solo alle famiglie «indigenti», con un reddito estremamente basso, di norma sotto ai 10mila euro. L’importo esatto nella delibera regionale non è segnato, saranno i vari Comuni del Lazio a fissarlo, tenendo conto anche del numero delle richieste.

Il ticket dell’emergenza funziona così: «Il buono ha un valore di 5 euro a persona/giorno - spiega la Regione - elevabile a 7 euro nel caso in cui il destinatario sia un minore, mentre le spese per medicinali sono riconosciute con riguardo alla situazione di disagio economico fino a un massimo di 100 euro al mese». Fino a quando? «L’erogazione dei buoni spesa, dei pacchi alimentari e delle spese per medicinali è relativa alla durata dell’emergenza sanitaria - prosegue la nota della Pisana - e sarà valida fino all’esaurimento dei fondi messi a disposizione dalla Regione». Fondi peraltro aumentati, col passare delle ore. 

Una prima bozza della delibera prevedeva lo stanziamento di 10 milioni - cioè la metà dell’importo finale - con 4 milioni per Roma e 6 per il Lazio. Poi si è deciso di raddoppiare lo sforzo, per allargare il più possibile la platea dei beneficiari. «L’emergenza Covid-19 ci impegna ogni giorno su fronti diversi, per questo abbiamo studiato un piano di interventi di 20 milioni di euro a sostegno delle famiglie che si trovano in situazione di indigenza economica - ha spiegato ieri il governatore Zingaretti - Questi fondi sono destinati all’erogazione di buoni spesa, pacchi alimentari e spese per medicinali, un modo concreto per sostenere e stare vicino a chi è più in difficoltà». Il municipio con più fondi è il VII, quello dell’Appio Tuscolano: 752mila euro. Poi c’è il VI di Tor Bella Monaca (630mila) e il V di Torpignattara e Centocelle, con 600mila euro. Per il Centro storico i fondi ammontano a 417mila euro.

Tutta la trafila, a Roma, sarà gestita dai municipi. Come fare per ottenere i ticket? Le famiglie che presentano domanda, anche mononucleari, dovranno essere residenti a Roma, mentre gli stranieri extra Ue devono avere il permesso di soggiorno valido ed essere in carico ai servizi sociali. Altrimenti, i municipi ne dovranno accertare lo stato di necessità. Chiunque chiederà il ticket, in ogni caso, dovrà trovarsi in una situazione di bisogno a causa dell’applicazione delle norme relative al contenimento della epidemia da Covid-19.
L’iter dovrebbe essere rapido, per dare risposte a stretto giro di posta. Per il vicegovernatore del Lazio, Daniele Leodori, «oggi dobbiamo cominciare a vedere il dopo della pandemia. Ci sono famiglie, persone che sono al limite, che dobbiamo difendere subito o rischiano di essere schiacciate dagli effetti sociali ed economici del virus». Il varo della delibera è previsto martedì, già mercoledì i fondi arriveranno sul conto del Campidoglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA