CORONAVIRUS

Coronavirus a Pomezia, il contagio del poliziotto collegato al concerto dei Jonas Brothers ad Assago

Martedì 3 Marzo 2020
Coronavirus a Pomezia, il contagio del poliziotto collegato al concerto dei Jonas Brothers ad Assago

Da Assago (Milano) a Torvaianica, nel comune di Pomezia (Roma): questo il possibile percorso del coronavirus per quanto riguarda la famiglia del poliziotti in servizio a Spinaceto. L'indagine epidemiologica effettuata sui casi di Pomezia, collegati all'agente ricoverato allo Spallanzani, «evidenzia un link epidemiologico con l'evento del 14 febbraio al Forum di Assago», ovvero il concerto di San Valentino dei Jonas Brothers che ha fatto registrare il tutto esaurito al palazzo dello sport.

Coronavirus, il poliziotto positivo a Roma: ricoverato al pronto soccorso era stato dimesso
Coronavirus Roma, richiamate 98 persone: possibile contatti in pronto soccorso con il poliziotto contagiato
Coronavirus, a Pomezia chiuso il liceo Pascal: fra i 1.200 alunni il figlio del poliziotto contagiato


Jonas Brothers

«La sequenza temporale dell'esordio dei sintomi e l'analisi sierologica depongono per contatto non autoctono ma derivante dalla Lombardia». Lo scrive sui social l'assessorato alla Sanità e all'integrazione socio sanitaria della Regione Lazio. «Il contact racing nel quale vengono riportati nel dettaglio contatti, trasporti e soggiorni è stato immediatamente messo a disposizione del ministero della Salute, come da protocollo», conclude la nota. In altre parole un familiare del poliziotto ha partecipato al concerto dei Jonas Brothers tornando poi a Pomezia. Solo un'ipotesi, tuttavia, in attesa di altri accertamenti.

 

Nella famiglia del poliziotto sono contagiati anche la moglie, il figlio, studente del liceo Pascal di Pomezia, la figlia, studentessa universitaria di Informatica alla Sapienza, e la cognata.

Ultimo aggiornamento: 4 Marzo, 07:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani