Guidonia, il coronavirus non ferma le majorettes: allenamenti e gare con il video

Mercoledì 15 Aprile 2020 di di Elena Ceravolo
Guidonia, il coronavirus non ferma le majorettes: allenamenti e gare con il video

A nessuno più di loro mancano le strade e le piazze in festa, i sorrisi alla folla incantata dalle loro acrobazie e gli occhi verso il cielo per non perdere mai di vista i bastoni da lanciare, afferrare e roteare con precisione chirurgica. Ma la “clausura” e l’isolamento sociale imposti dal coronavirus, nonostante l’annullamento dei campionati, non hanno spento l’entusiasmo delle Majorettes della Asd Medullia di Sant’Angelo Romano, vicino Guidonia, trenta artiste-atlete famose per aver conquistato titoli e podi in tutte le competizioni nazionali e internazionali. Non solo hanno messo su un sistema di video-chat per allenare le allieve da “remoto” ma stanno persino partecipando ad una competizione internazionale on-line organizzata dalla Mwf, la federazione mondiale delle majorettes. Si può gareggiare, insomma, anche restando a casa, utilizzando cortili e giardini.
Come? Lo spiega Aurora De Sena, 17 anni a novembre e tanta passione per questo sport-spettacolo, campionessa italiana nel 2018 e ancora nel 2019 insieme a Gaia Mazza e Lisa De Sena, terza agli Europei di Praga con lasciapassare per i mondiali del Sudafrica. «Ci prepariamo, truccate e vestite come fossimo in gara – racconta - Mettiamo la musica per le coreografie e giriamo il video dell’esibizione per poi inviarlo alla federazione per le votazioni e i premi. E’ importante per stimolare e motivare le ragazze. Si può scegliere l’attrezzo da utilizzare: due bastoni, testimone, mazza, bandiera o pompon».

Il Tour de France ha deciso: si correrà dal 29 agosto. A rischio Mondiali ed Europei

Le Majorrettes di Sant’Angelo guardano oltre l’emergenza: «Sono stati annullati i campionati per quest’anno, ma noi non ci fermiamo. Quando si riprenderà saremo più forti». E così Aurora, insieme alle altre due insegnanti Lisa De Sena e Stefania dell’Anna, ha ideato il sistema per proseguire l’allenamento da casa: «Si tratta di videolezioni nelle quali continuiamo a lavorare con nuovi esercizi per arrivare il più preparate possibile ai campionati del prossimo anno». Le ragazze fanno tutto, ciascuna nel proprio salotto o cameretta, sotto gli occhi delle istruttrici che le seguono a distanza, anche con videochiamate di gruppo. Tutto studiato modello “indoor”: “Si fanno lanci bassi in modo da allenare la velocità del giro e del corpo”.
E, intanto, si sognano le strade e le piazze, la gente che fa festa intorno. «Abbiamo viaggiato molto nell’ultimo periodo sfilando con numerose bande – raccontano le ragazze -. Nel periodo di Natale e Carnevale siamo arrivate ad avere una o due sfilate a settimana». E a gennaio la soddisfazione più grande: «A Capodanno abbiamo sfilato al Rome Parade, per le strade della Città Eterna, dove invitano i più importanti gruppi del mondo». Ma la voglia di ricominciare è tanta. «Mi mancano le gare, le sfilate, il contatto con il pubblico – è il messaggio di Aurora -, ma soprattutto mi manca il mio gruppo». E dopo come sarà? «Dopo tutto questo, sogno un mondo migliore, capace di apprezzare le piccole cose».

© RIPRODUZIONE RISERVATA