CORONAVIRUS

Coronavirus Roma, nuovo record di guariti: il trend di contagi scende sotto l'8%

Martedì 31 Marzo 2020 di Raffaella Troili
Coronavirus Roma, nuovo record di guariti: il trend di contagi scende sotto l'8%

Avanti così, nel bel mezzo dell'annunciato picco, arrivano piccole buone notizie nella capitale. Il bollettino diffuso ieri dalla Regione ha evidenziato per Roma e provincia un trend di nuovi casi in frenata, per la prima volta sotto l'8 per cento: 121 contagi e 4 decessi. Nel Lazio in tutto 208 nuovi casi e 14 morti. Record di guariti dal coronavirus, 59 nelle ultime 24 ore (arrivati così a un totale di 267), tra loro anche il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. «Dopo 23 giorni di isolamento domiciliare sono risultato negativo ai due tamponi consecutivi - ha annunciato ieri in un video su Facebook - Ho passato delle brutte giornate ma sono guarito, ce l'ho fatta. Grazie a tutti gli operatori della sanità, a chi mi è stato vicino in questi giorni a cominciare dalla mia famiglia».
«Ce lo aspettavamo che era questo il momento - commenta l'assessore alla sanità regionale Alessio D'Amato - stiamo gestendo questi numeri nell'aspettativa che siano il punto più alto dell'epidemia».
E i dati sembrano confermarlo, dagli accessi ai pronto soccorso ai numero dei guariti, Ieri intanto sono stati 208 i casi positivi nel Lazio, 52 sono stati rilevati a Rieti e riconducibili alle case di riposo. «Si conferma l'incidenza dei cluster delle case di riposo con particolare evidenza per la situazione di Rieti». Usciti dalla sorveglianza domiciliare in 6.317. «Stanno funzionando le ulteriori misure adottate sia nel comune di Fondi, sia nel comune di Nerola dove si è avviato un ulteriore approfondimento epidemiologico richiesto all'Istituto Spallanzani in collaborazione con l'equipe itinerante dell'Ordine dei Medici di Roma». Nella Regione Lazio dei casi Covid finora confermati il 39% è ricoverato in una strutta sanitaria, il 42% è in isolamento domiciliare e il 5% è in terapia intensiva. I guariti sono l'8%. L'età media dei casi positivi è 58 anni, il 54% è di sesso maschile e il 46% di sesso femminile.
Dallo Spallanzani una buona notizia: il poliziotto di Pomezia ha iniziato la riabilitazione ed è in costante miglioramento. Peggiorano le condizioni invece di un medico romano di 55 anni ricoverato in terapia intensiva, anche un suo collega, in sub intensiva versa in condizioni critiche. Secondo l'Ordine dei medici nel Lazio sono almeno 121 i medici ricoverati o in isolamento domiciliare, un dato che probabilmente è anche superiore. «La riorganizzazione della rete ospedaliera e delle terapie intensive sta tenendo bene. E ad oggi non registriamo elementi di sofferenza. Così come va estesa la sorveglianza domiciliare e nelle strutture ricettive. Le prime due messe a disposizione su Roma sono al completo», chiude D'Amato.
LA SITUAZIONE
Asl Rm 1: 24 nuovi casi positivi, 818 persone uscite dall'isolamento domiciliare. Asl Rm 2: 21 nuovi casi positivi, 813 usciti dall'isolamento domiciliare. Continuano i controlli nelle strutture delle comunità religiose e nelle case di riposo del territorio. Asl Rm 3: 13 nuovi casi positivi, 7 pazienti guariti, 927 persone uscite dall'isolamento domiciliare. Asl Rm 4: 22 nuovi casi positivi. Due decessi: una donna di 83 anni e una di 80 anni con patologie pregresse; 1.144 le persone che sono uscite dall'isolamento domiciliare. Tre i pazienti guariti. Asl Rm 5: 10 nuovi casi positivi; 1.296 le persone uscite dall'isolamento domiciliare. Asl Rm 6: 31 nuovi casi positivi. Due morti: una donna di 91 anni e un uomo di 74 anni con patologie pregresse. Un paziente è guarito, 38 le persone che sono uscite dall'isolamento domiciliare. Asl di Latina: 8 nuovi casi positivi, 3 pazienti guariti. Asl di Frosinone: 13 nuovi casi positivi, due decessi: un uomo e una donna di 70 anni, entrambi pazienti oncologici. Asl di Viterbo: 14 nuovi casi positivi, 2 decessi: un uomo di 67 anni e donna di 89 anni. Umberto I: morti 2 uomini, uno di 78 anni e uno di 80 anni con patologie pregresse. Quattro morti a Tor Vergata: un uomo di 78 anni, uno di 64 anni, una donna di 92 e una di 69 anni. Tutti con patologie pregresse.
 

Ultimo aggiornamento: 08:29 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani