CORONAVIRUS

Guardie giurate come centralinisti al Sant'Eugenio, Savip: «A rischio i controlli»

Martedì 7 Aprile 2020
«Guardie giurate usate sistematicamente come centralinisti all'Ospedale Sant’Eugenio e Cto (cui talvolta si aggiunge il Pertini) sono costrette a disertare loro malgrado i servizi di sicurezza per svolgere un compito improprio». La denuncia è del Savip, il sindacato delle guardie giurate.  

«Il Responsabile della Direzione Amministrativa Ospedali, interessato del problema pare insensibile e continua nella sua politica di depotenziamento della sicurezza dei nosocomi: sopprime le ronde di sicurezza per adibire le Guardie al centralino», spiega Enzo Lombardo il segretario provinciale, che ha inviato la segnalazione anche alla questura.
 
E ancora: «Così si scaricano sulle guardie giurate responsabilità e compiti per i quali le stesse non sono formate, non conoscendo le articolazioni vitali degli ospedali e delle istituzioni che, specie in caso d'emergenza, con rapidità devono essere telefonicamente interconnesse. Per contro, i pazienti e le infrastrutture, soprattutto nelle ore notturne, restano privi di sicurezza, lasciando campo libero ai malintenzionati d'ogni risma». Ultimo aggiornamento: 22:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani