CORONAVIRUS

Coronavirus, Emergenza sorrisi e Fondazione Castellini insieme per aiutare i più fragili

Sabato 4 Aprile 2020
Operatori e volontari della Croce Rossa
Tante le gare di solidarietà per non lasciare solo chi è più fragile. La difficile situazione di isolamento sociale dettata dall’emergenza Coronavirus ha modificato nel profondo la vita di tantissime famiglie che si trovano sempre di più a dover far fronte a difficoltà economiche legate all’acquisto di beni di prima necessità. Per questo motivo Emergenza Sorrisi e la Fondazione Enrico Castellini lanciano una raccolta fondi dedicata all’acquisto di alimenti per le famiglie in difficoltà economica residenti nel comune di Roma. L’iniziativa, che ha ricevuto il patrocinio del Reale Circolo Canottieri Tevere Remo e della Citta metropolitana di Roma Capitale, sarà supportata operativamente dalla Croce Rossa Comitato dei Municipi 8-11-12 di Roma che consegnerà i pacchi alimentari ai domicili delle famiglie più bisognose, e da Emergenza Sorrisi che collaborerà alla diffusione e alla realizzazione dell’iniziativa.
«Da una parte ci sono i medici e infermieri che lottano nelle corsie degli ospedali per salvare tantissime vite, dall’altra ci sono tantissime famiglie che lottano per far quadrare i conti e garantire un pasto ogni giorno ai propri cari. spiega Fabio Abenavoli, Presidente di Emergenza Sorrisi - In un momento così difficile per la nostra comunità non possiamo tirarci indietro. Ognuno è chiamato, anche con un piccolo gesto, a farsi prossimo dell’altro in difficoltà. Ci rende davvero orgogliosi la collaborazione con la Fondazione Enrico Castellini e la Croce Rossa Italiana per questa iniziativa che siamo sicuri incontrerà la generosità e la solidarietà di tantissime persone». E’ possibile fare una donazione tramite bonifico bancario al conto corrente dedicato all’iniziativa FONDAZIONE ENRICO CASTELLINI CREVAL Iban: IT 53 B 05216 03206000000001877, (indicare nella causale: Emergenza Covid-19 aiuto alimentare).  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani