CORONAVIRUS

“Prendersi cura di chi si prende cura”: all'Umberto primo un aiuto psicologico per infermieri e assistenti

Sabato 28 Marzo 2020
Una foto da Twitter delle mani degli infermieri per
Prendersi cura di chi si prende cura. Sono in prima linea da oltre due mesi, per lavorare e combattere. Curano, medicano, certo, ma mai come in questa emergenza ascoltano: ascoltano e abbacciano il dolore di chi non può avere accanto nessun altro che loro: gli infermieri. Per questo è stato attivato all' Umberto I un supporto psicologico per gli operatori impegnati nella lotta al Covid-19: ecco il servizio "Sapienza Cares for Carers -SC4C", un contributo che l'Università La Sapienza e il Policlinico Umberto I mettono a disposizione di tutti gli operatori sanitari per aiutarli ad affrontare questo difficile momento.
Le condizioni di pressione psicologica legate all'emergenza covid-19 sono infatti notevoli e a volte difficilmente sostenibili. Per questo motivo il direttore generale, Vincenzo Panella, ha diffuso questo numero verde 800893510, attivo già dalle ore 13 del 27 marzo: gli operatori sanitari possono contattare gli specialisti incaricati. Con l'occasione il direttore  li ha ringraziati:
«Per l'impegno e la fatica a cui siamo chiamati». Il servizio Sapienza Cares for Carers - SC4C è stato attivato dai Presidi delle Facoltà di Farmacia e Medicina, Carlo Della Rocca, e Medicina e Odontoiatria, Antonella Polimeni, in collaborazione con la Fondazione Ania, Associazione Nazionale fra le imprese assicuratrici.
LEGGI ANCHE Coronavirus, bilancio pesante a Civitavecchia: 13 vittime dall'inizio dell'epidemia
LEGGI ANCHE Coronavirus, sempre più aziende premiano i loro dipendenti al lavoro 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani