ROMA

Roma, controlli antidroga dal centro alla periferia: 17 arresti. A San Basilio cocaina nascosta sugli alberi

Domenica 16 Giugno 2019

Proseguono senza sosta le indagini degli investigatori impegnati nella capitale nei servizi finalizzati allo spaccio e al consumo di sostanze stupefacenti, basta guardare i numeri dei controlli dei commissariati Viminale, Esquilino, Romanina, Esposizione, Casilino, San Giovanni, San Basilio, Monte Mario, Lido di Roma e Frascati per i Castelli.
Durante questa settimana a finire in manette una coppia, appartenente a noto clan malavitoso gravitante in zona Romanina. Da tempo sulle loro tracce gli investigatori del commissariato di zona, diretto da Laura Petroni, hanno deciso di mettere fine alla loro attività di spacciatori: i due che a bordo di un Suv con targa estera, consegnavano su richiesta telefonica cocaina ai loro clienti.
 

 

Seguita l’autovettura e arrivati all’interno di un parcheggio situato nei pressi di un asilo, i poliziotti hanno fermato i due per un controllo. All’interno dell’auto il conducente G. C. 29enne, ha tentato in tutti i modi di fuggire ma è stato bloccato, con lui era presente la compagna A. C. 27enne. Sin da subito irrequieti e molto agitati hanno portato gli agenti a sospettare che i due potessero detenere droga. Durante il controllo, la donna ha tentato di ingoiare alcuni involucri contenti stupefacente, non riuscendoci. Recuperati 8 involucri contenenti cocaina per un peso di circa 70 grammi. L’uomo invece nascondeva 775 euro in contanti all’interno di un borsello e il cellulare che utilizzava come “citofono” per gli ordini dei vari “clienti”. A casa invece, all’interno di una confezione di pannolini hanno rinvenuto un contenitore in plastica con all’interno circa 45 grammi di cocaina – all’interno di un mobile in camera da letto hanno trovato la somma di 1530 euro in contanti nonché 2 quaderni riportanti nomi e cifre riconducibili all’attività illecita.

A San Basilio, invece, in diverse operazioni, sono finiti in manette 4 cittadini italiani. I primi due romani L.M. di 50 anni e P.F. di 41 anni, entrambi con vari precedenti di polizia. Sulle loro tracce, durante uno degli appostamenti, i poliziotti del commissariato San Basilio hanno notato L.M. che in via Osimo nascondeva un involucro sotto un secchione per l’immondizia per poi allontanarsi. Poco distante è stato raggiunto dal P.F. al quale consegnava alcune dosi di stupefacente che questo riponeva in un contenitore cilindrico nascosto tra i rami. Recuperato il primo involucro è risultato contenere 83 bustine contenenti cocaina per un peso di 49,5 grammi. Nel cilindretto nascosto sull’albero invece sono stati rinvenuti 5 involucri contenenti alcuni grammi della stessa sostanza. Indosso al P.F. gli agenti hanno rinvenuto 60 euro in banconote di piccolo taglio ed un foglietto riportante cifre e nomi riconducibili all’attività di spaccio.

Altri due identificati per C.G. 43enne C.V. 27enne, entrambi romani sono stati arrestati in due diverse operazioni: il primo perché trovato in possesso di 2 proiettili di cui 1 calibro 7.62 - 52 “Nato” da guerra e 1 calibro 43 mentre il secondo perché nascondeva alcune dosi di “maria” e 1.100 euro in contanti. Ulteriori 9 persone, di cui due di origini straniere, sono state arrestate per lo stesso reato in zona Casilino, Esquilino, Viminale, Esposizione, Monte Mario, Ostia e Frascati. Lo stupefacente rinvenuto nel corso dei servizi antidroga ammonta a 271 grammi di hashish, 172 grammi di cocaina, 329 grammi di marijuana ed inoltre è stata sequestrata la somma di 8.250 euro in contanti quale probabile provento dell’attività di spaccio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Termini, la brutta cartolina della fila chilometrica per i taxi

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma