Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Colosseo, lite tra giovani: accoltellato un turista americano

La vittima ha 20 anni: colpita al braccio e sul fianco è stata medicata in ospedale

Colosseo, lite tra giovani: accoltellato un turista americano
di Camilla Mozzetti
4 Minuti di Lettura
Lunedì 6 Giugno 2022, 10:16 - Ultimo aggiornamento: 12:34

Tutto si è svolto nell'arco di pochi istanti: il primo contatto, qualche spinta, e poi uno dei ragazzi del gruppo che dalla tasca dei pantaloni tira fuori un coltello e colpisce all'avambraccio sinistro e al fianco destro il suo rivale. I protagonisti sono dei giovani anzi, dei giovanissimi. Perché chi ha impugnato l'arma nella notte tra venerdì e sabato a largo Corrado Ricci - pochi metri dal Colosseo - è un italiano classe 2006. Minore, sedici anni appena, e residente in una casa famiglia di Tortoreto, in provincia di Teramo, da cui però si era allontanato qualche anno fa senza che nessuno della struttura si sia interessato della sua fine. Vagava per Roma, trovando alloggi di fortuna e mettendo su quella che i carabinieri definiscono una piccola banda. Una delle tante che si muovono tra i rivoli della Capitale, che gira armata di coltelli e taglierini.

Rissa sul Lungotevere dopo un sorpasso: papà e figlio 17enne contro autista del van, naso rotto e denunce


LA DINAMICA


Venerdì erano da poco trascorse le tre del mattino quando il gruppo capeggiato dal sedicenne arriva al contatto con un altro gruppo di giovani stranieri. Sono circa cinque, tanti quanti gli altri, anche se i militari dell'Arma stanno visionando le immagini dei sistemi di videosorveglianza dell'area per capire se i componenti di entrambi gli schieramenti fossero di più. Le due comitive dunque si incrociano poi scatta un diverbio, gli stranieri, statunitensi, non parlano bene l'italiano gli altri masticano a stento l'inglese. Per quelli che poi verranno accertati come futili motivi il minorenne si scaglia contro un giovane olandese ma residente negli Stati Uniti classe 2002. Il ragazzo non capisce di essere stato colpito, fortunatamente le ferite sono superficiali e non toccheranno, almeno per quella al fianco, organi vitali. Sul posto arrivano i carabinieri della compagnia Piazza Venezia che riescono a bloccare alcuni dei ragazzi, tra cui il ferito, mentre altri si danno alla fuga. La vittima viene così soccorsa e trasferita al pronto soccorso dell'ospedale Santo Spirito. I sanitari accerteranno sì, le coltellate ma giudicheranno per fortuna guaribili in pochi giorni le ferite.

Rissa tra ragazze alla fermata del bus, 15enni si tirano i capelli e si trascinano sul marciapiede: video virale a Nettuno


LE INDAGINI
Contestualmente i militari si mettono sulle tracce dell'aggressore che per un breve lasso di tempo riesce a dileguarsi. Il sedicenne viene tuttavia fermato intorno all'alba, prova a negare tutto ma è inutile: le immagini dei sistemi di videosorveglianza che intanto sono state visionate e che insistono nell'area dell'aggressione confermeranno che a sferrare i colpi sia stato proprio lui. Questo giovane minorenne, che sarà denunciato per lesioni personali e che era fuggito senza che nessuno si fosse interessato del suo destino da una casa famiglia, le stesse su cui la Prefettura aveva promesso di far luce. Perché da un'analoga casa famiglia sono usciti i due ragazzi, sempre minorenni, che qualche mese fa sequestrarono un coetaneo a Casal Monastero costringendo lui e al madre ad avere rapporti sessuali. All'epoca i due prima della feroce aggressione avevano rapinato il giorno precedente due altri ragazzini in zona San Giovanni armati di un coltello.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA