ROMA

Roma, cinghiali infilzati con le frecce: caccia selvaggia alla Giustiniana

Giovedì 25 Aprile 2019 di Laura Bogliolo

«Quelle frecce potrebbero colpire un bambino, chi fa running, potrebbero entrare nelle case». E' allarme alla a Roma, allla Giustiniana, dove per la seconda volta è stato trovato un cinghiale ancora vivo infilzato con una freccia. Ci troviamo nella parte Nord della Capitale, vicino al parco di Veio dove ritorna prepotentemente l'emergenza cinghiali. 

Questa mattina il cinghiale ferito con una freccia è stato trovato vicino a via Antonio Labranca. Un episodio simile era avvenuto un mese fa, il 26 marzo. La denuncia arriva dal comitato di quartiere "La Giustiniana e dintorni" che ha già presentato un esposto alle forze dell'ordine. «Ennesimo episodio non se ne può più. L'incolumità è sempre più a rischio e questa barbarie senza senso è il sintomo di ignoranza per non dire altro. Aspettiamo di piangere qualcuno?» afferma Francesco Petrucci, presidente del comitato.
 

 

Un anno fa la "caccia" selvaggia al cinghiale era iniziata con legacci di ferro. Le trappole erano state trovate sul ciglio della strada da alcuni runner. Oggi torna l'agguato con le frecce. «Ormai è il Far West, la situazione è insostenibile» aggiunge Petrucci. «I cinghiali più grandi sono stati catturati dai guardiaparco negli ultimi mesi - spiega  - ora sono rimasti soltanto i cuccioli».

L’emergenza cinghiali è esplosa tempo fa. Sono attirati soprattutto dal cibo in strada, dai rifiuti fuori i cassonetti. In passato sono stati avvistati sulla Cassia, addirittura alla Balduina, ma anche a Roma Sud, a Spinaceto. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Tutti in fila per la macchina mangia-plastica (che però è rotta)

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma