Ciampino, 26enne morto in officina, gli amici in moto al funerale: «Il suo idolo era Valentino Rossi»

Dopo l'autopsia di sabato pomeriggio al policlinico di Tor Vergata è atteso per domani o mercoledì pomeriggio il funerale di Gianmarco Di Falco, il 26enne di Marino, morto in un incidente sul lavoro in via Lucrezia Romana  a Ciampino. Il giovane meccanico è morto nel tardo pomeriggio di venerdì mentre rimetteva a posto una moto da cross di potente cilindrata nel cortile interno dell’officina in cui lavorava in regola. Secondo una prima ricostruzione, da parte della polizia di stato e degli ispettori del lavoro della Asl Rm 6, il mezzo dopo la messa a moto a pedale sarebbe sfuggito al 26enne schiacciandolo contro un muro.. Il giovane avrebbe battuto violentemente la testa e per lui purtroppo è stato inutile ogni tentativo di soccorso da parte del 118 chiamato dal titolare dell'attività. Il commissariato di Polizia e gli ispettori del lavoro hanno accertato con i rilievi e le indagini che all’interno dell’officina vi erano tutte le condizioni lavorative di sicurezza. Non sono state per il momento rilevate irregolarità, ma le indagini vanno avanti.

Ciampino, incidente con la moto contro il muro dell'officina: Gian Marco Di Falco muore a 26 anni

Gli amici hanno pensato di andare tutti in moto al suo funerale che si terrà al Divino amore alle 16 per ricordarlo con affetto in nome della sua passione di sempre. "Il suo idolo è sempre stato Valentino Rossi  - dice Antonio, un amico di famiglia - era un ragazzo solare, entusiasta della vita e del suo lavoro, attaccato alla sua splendida famiglia. Lascia un vuoto incolmabile in tutti noi, soprattutto nella sua famiglia, tutti appassionati di moto, i genitori Giuseppe e Carmela, le sorelle maggiori Ilaria e Sara".
Foto Luciano Sciurba

ALTRE FOTOGALLERY DELLA CATEGORIA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Nel bagno delle donne il messaggio che gli uomini non scriverebbero mai

di Pietro Piovani